I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
torna a Storia e Cultura

La rivista sentres – Storia e Cultura

L'artigianato e il terreno d'oro

Un nuovo progetto del prestigioso marchio "Gallo Rosso" dell'Associazione contadini altoatesini è alla ricerca dell'autentico artigianato contadino.

Gülden non è mai stato terreno per i contadini alpini, è sempre stato molto ostico: dai primi giorni di primavera fino alla prima neve dell'anno, dai primi pallidi raggi di sole del mattino fino allo spegnimento dell'ultima candela del maso, lunghe giornate e lunghi mesi. E mentre la natura riposava nei freddi mesi invernali, iniziavano i lavori nel maso e nella stube. C'è stato molto da riparare, rinnovare: si è tagliato, intrecciato, martellato e cucito, si è anche venduto e scambiato qualcosa al mercato per migliorare un po' gli introiti.
L'artigianato contadino è stata una necessità e le conoscenze per metterlo in pratica sono state tramandate, migliorate e perfezionate di generazione in generazione. 

Artigianato contadino: le aziende

Oberhof a St. Nikolaus (famiglia Paris)

Lavori di intreccio: cestini, lampade, borse, gioielli, oggetti di decorazione, confezioni speciali
Lahngut a Lana (famiglia Windegger)
Lavori di tornitura: vasi a boccia, ciotole e piatti, sfere, frutta di legno, gioielli, macinapepe
Thalerhof a Velturno (famiglia Kerschbaumer)
Lavori di intaglio: crocifissi, madonnine, sculture, oggetti particolari
Oberplattner-Hof a St. Andrä (famiglia Sagmeister)
Lavori di tornitura: ciotole e piatti, frutta di legno, sfere, giochi, pirografie, oggetti particolari
Amort-Hof ad Anterivo (famiglia Amort)
Lavori in feltro: presine ("Patschen"), cappelli, borse e zaini, cuscini, gioielli, decorazioni, oggetti su misura

La vita al maso è diventata molto più facile. Le macchine hanno sostituito la forza dei muscoli, il contadino è sempre più spesso un meccanico, un operario metallurgico, un saldatore.  Ormai non si richiede più di saper intrecciare un cestino e nemmeno di tornire una chiave. Le casse di plastica hanno sostituito i cestini, acciaio e plastica hanno preso il posto dei contenitori in legno. L'artigianato contadino ha perso in molti casi la sua utilità pratica e, grazie al simbolo del Roter Hahnn, viene rivissuto come un oggetto di arte e di design. I rigidi criteri di qualità e la collaborazione con la facoltà di design della Libera Università di Bolzano garantiscono prodotti d'artigianato di eccellenza. Vengono creati pregiati pezzi unici utili nella vita quotidiana. Tutti i materiali impiegati devono provenire da un maso altoatesino e gli oggetti devono essere realizzati unicamente a mano. Solo così possono ricevere la certificazione di "artigianato contadino". Sono ancora pochi i masi che rispettano queste rigide disposizioni, ma è stato fatto il primo passo per recuperare dal dimenticatoio pezzi d'arte di antica tradizione.

Alla Homepage