I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
torna a Sport ed Itinerari

La rivista sentres – Sport ed Itinerari

La valle (Isarco) dei sentieri offre di più

Mentre giù a valle comincia la laboriosa attività del raccolto, cerchiamo un po' di solitudine sull'alpe.

E' sempre stato così ed è ancora così. L'autunno è la stagione ideale per l'escursionismo. E la Valle Isarco in Alto Adige con le sue valli laterali e i gruppi montuosi circostanti è una delle più belle aree escursionistiche in questa stagione. Attorno ai paesi, nelle piccole frazioni e nei borghi a mezza montagna si può ancora assaporare il piacevole epilogo dell'estate, al confine del bosco e oltre, lungo le ampie distese dell'alpe, si può già percepire il profumo dell'aria autunnale. Lungo le impervie pendici assolate si è salutati dai grappoli d'uva dorati che promettono già l'ssoluto piacere del vino nel calice e lasciano già pregustare le festanti tavolate delle osterie contadine. Ma ancora più in alto, lungo i prati dell'alpeggio, si percepisce già la solitudine e la quiete dell'autunno ormai prossimo.

Escursioni in Alpe consigliate nel bel periodo autunnale:
- percorso fino alla montagna di Villandro e verso la Forcella Sarentina
- in giro sull'Alpe di Rodengo e di Lusia fino al Giogo d'Asta
- il lungo sentiero di Laion sulla panoramica Alpe di Resciesa
- ai laghi Grindlersee e Weitenbergsee nelle montagne di Fundres.

Il bestiame è già stato condotto verso i pascoli situati a quote inferiori, le marmotte sono ben nutrite per sopportare il lungo inverno a questa altitudine, segnalano solamente con un po' più di pigrizia i loro allarmi e si dimostrano sdegnate piuttosto che impaurite dai pochi escursionisti presenti ancora sull'alpe. Persino le taccole si lasciano trasportare lentamente dalle deboli correnti autunnali fin sulle cime delle montagne, non vi è quasi più traccia della loro frenesia estiva, del loro bramoso sguardo sugli zaini aperti degli alpinisti, nessun tentativo di familizziare insistentemente con loro. Il ritmo della natura si è rallentato, il vento accarezza solamente con dolcezza i prati rosso-brunastri o gialli e anche il passo dell'escursionista si è fatto più lento, si adatta quasi automaticamente alla placida atmosfera di queste ampie distese.

Alloggi eccellenti per escursionisti esigenti:
- il Granpanorama Hotel StephansHof a Villandro
- l'Hotel Bergschlössl a Luson.

Alla Homepage