I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
torna a Sport ed Itinerari

La rivista sentres – Sport ed Itinerari

Il tour dei rifugi in Passiria - Escursione

Gli abitanti della Val Passiria sono persone sane, giovali e socievoli. Non pensate che sia merito anche dei canederli?

Questa è una domanda che ciascuno di noi deve approfondire personalemente, nel vero senso della parola. I passiriesi più passiriesi sono quelli dei paesini più in quota e lo si nota ancora di più, quando ci si lascia ai piedi la civilità, raggiungendo uno dei numerosi rifugi in quota. Da questo si capisce che per vivere il vero spirito passiriese, occorre salire in alto. Prima di partire per la nostra escursione passiriese dei canederli, ci rimane ancora un po' di tempo per qualche riflessione.

Per maggiori informazioni:
- l'escursione ai rifugi di Stulles su sentres.com
- sosta lungo la strada da Morx Puite 

Per esempio possiamo pensare al connubio tra l'esperienza gastronomica al rifugio, la strada percorsa e il dislivello superato. In parole povere, più lunga è la strada, maggiore è la fame e migliore il sapore dei canederli. Non è un assunto matematico ma è più una questione di statistica. Ci sono, però, anche altri fattori che non abbiamo considerato nel nostro paragone semplificato. La temperatura, per esempio, l'irraggiamento, lo stato dei sentieri e molto altro ancora. Tutto questo influenza la percezione personale della qualità dei canederli, perché in realtà la qualità, per così dire, assoluta non dipende dal grado di fame dell'escursionista, ma dagli ingredienti e dal tocco del cuoco. Da ciò, quindi, si potrebbe dedurre di non mangiare canederli, quando si è affamati. Cosa che ovviamente suona irragionevole, dal momento che, quando siamo sazi, non sentiamo alcuna necessità di mangiarli. Quello che si capisce da tutto questo è che l'autentica qualità dei canederli passiriesi continuerà a rimanere un segreto. Inoltre possiamo evincere un altro insegnamento: per arrivare al cuore di questa questione dei canederli, non abbiamo bisogno di tante riflessioni, ma più semplicemente di una forchetta. E questa la troveremo lungo la nostra escursione per Stulles in ogni rifugio dell'omonima Alpe, ogni qualvolta che ordiniamo dei canederli.

Alla Homepage