Crea percorso fino qui
Punti panoramici

La Roquette-sur-Var: vista dal belvedere

Punti panoramici · La Roquette-sur-Var · 367 m
Responsabile del contenuto
Métropole Nice Côte d'Azur Partner verificato  Explorers Choice 
  • Vista dal belvedere di La Roquette-sur-Var
    Vista dal belvedere di La Roquette-sur-Var
    Foto: Métropole Nice Côte d'Azur, Métropole Nice Côte d'Azur

Un'eccezionale panorama a 180° sul paesaggio montano!

Interpretazione del paesaggio, da sinistra a destra (da sud a nord):

Un ampio giro d'orizzonte da questo punto di vista verso il sud della bassa valle del Var ci permette di individuare i paesi arroccati già visti da altri punti: sulla riva sinistra Castagniers poi Aspremont e le pendici del Mont Chauve, e sulla riva destra Le Broc, poi Carros e il suo castello.

In pianura, la sponda destra è occupata dalla zona industriale e artigianale di Carros-Le Broc, costruita su un complesso residenziale attorno a 3 laghetti sviluppati all'inizio degli anni '60 dallo sbarramento del fiume, per una superficie totale di 188 ettari. Più a sud, si possono vedere i Plans de Carros e Carros le Neuf, un complesso residenziale costruito per ospitare i nuovi dipendenti della zona industriale. Le colline sono interamente boscose e punteggiate da edifici residenziali costruiti lungo i binari.

Sulla riva sinistra, il borgo di Saint-Martin du Var si estende nella pianura: abitazioni, servizi e negozi si affiancano alla pianura agricola dove si sono recentemente insediati giovani agricoltori. Sui pendii e sull'altopiano calcareo di Les Condamines si trovano splendidi uliveti il cui impianto e il cui colore argentato contrastano con le pinete che tendono ad estendersi.

Più avanti si può vedere l'imponente edificio della necropoli costruito nel 2004 nella valle di Roguez, la cui costruzione non è stata completata: è stato costruito solo 1/8 dell'edificio.

Da questo promontorio di La Roquette sur Var, il cui nome deriva dal diminutivo provenzale "roca", 'roccia, collinetta rocciosa', si domina il Lac du Broc, alimentato al 90% dalla falda alluvionale del Var. La variazione del livello dell'acqua tra periodi di alta e bassa marea può raggiungere gli 11 metri.

In questo contesto, il letto del Var, vincolato dalle sue dighe, è molto presente. È unito al suo affluente, l'Estéron, e la zona di confluenza tra il Var e l'Estéron gli conferisce un'area molto ampia. Il Bec de l'Estéron, che si estende per una quarantina di ettari, è formato artificialmente dall'accumulo di materiali provenienti dal Var, in bacini limitati da strutture in cemento, ed è protetto da un'ordinanza di tutela del biotopo dal 2005, in particolare per le sue orchidee.

Sulla riva destra, la zona industriale di Carros - Le Broc e i suoi edifici industriali e commerciali occupano lo spazio pianeggiante, mentre i pendii sono coperti da una foresta in cui dominano i pini. DIversi paesini come Le Broc si trovano in una posizione arroccata.

Dall'alto si possono ammirare gli ulivi del distretto di Abéï sulle pendici e la grande città di Saint Martin du Var. Più avanti, la pianura agricola si estende sul letto del Var, dove si sono insediati orticoltori e vivaisti.

Questo panorama rivolto a nord della valle del Var mostra un grandioso paesaggio montuoso con il monte Vial in primo piano. Il Var, con il suo letto limitato dalle dighe, i suoi meandri sinuosi, le sue sponde sabbiose e la sua modesta vegetazione ripariale, è onnipresente. Le sue dighe hanno permesso di proteggere gli abitanti dalle sue scorribande e di creare una base per le strade, soprattutto sulla riva sinistra dove quest'ultima, rettilinea e raddoppiata dalla linea ferroviaria, segna il paesaggio in linea retta. Il Ponte Carlo Alberto e più avanti il Ponte di Gabre sono chiaramente visibili. Altre strade tortuose tagliano le colline per salire ai villaggi collinari: su questa sponda per arrivare a La Roquette e sulla sponda opposta per raggiungere Bonson e Gilette. Tutto è organizzato intorno al Var e le pianure orticole che sono state recuperate dal suo letto sono chiaramente identificabili: sulla riva sinistra, i quartieri di Lauzière e Baus Roux, dove i terreni incolti stanno tornando a vivere grazie al recente insediamento di agricoltori, e sulla riva destra, il bocchettone di Estéron, il quartiere dei carciofi di Gilette e quello delle gabre di Bonson. Sulle rive del Var sono identificabili due frazioni: Plan du Var e Chaudan. Sulle colline si nota l'alternanza dei colori della vegetazione: il verde intenso delle pinete e il verde grigiastro degli ulivi che emergono a scacchiera.

Immagine del profilo di Métropole Nice Côte d'Azur
Autore
Métropole Nice Côte d'Azur 
Ultimo aggiornamento: 24.11.2022

Coordinate

DD
43.827495, 7.197199
DMS
43°49'39.0"N 7°11'49.9"E
UTM
32T 355042 4854292
w3w 
///sedani.cotone.rapa
Mostra sulla mappa
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.
Nessun risultato. Prova a modificare la tua ricerca...

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Caratteristiche

Destinazione
  • La mia mappa
  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri