Crea percorso fino qui
Luoghi storici

Ronchi, frammenti di storia in paesaggi intatti

Luoghi storici · Valsugana, Lagorai, Tesino · 782 m
LogoTrentino Marketing
Responsabile del contenuto
Trentino Marketing Partner verificato 
  • Chiesa di Ronchi
    / Chiesa di Ronchi
    Foto: APT Valsugana, APT Valsugana
Con la Pace di Costanza (1183), il Sacro Romano Impero riconosceva l’autonomia ai comuni della penisola italica compresa la zona tridentina. Mentre però la maggior parte del territorio attuale del Trentino faceva parte del Principato di Trento, quella oggi conosciuta come Bassa Valsugana, era sotto il controllo Feltrino: Ronchi, con Roncegno e Torcegno, formava la linea di confine tra i due «Principati».
Il termine Ronchi, che deriva dal latino roncus (zona boschiva resa coltivabile), veniva usato durante l’epoca medioevale per indicare nuovi insediamenti. L’abitato nacque probabilmente a cavallo tra il 1100 ed il 1200 grazie ad una colonizzazione promossa dai Castellalto,  signori di Telve.
Il luogo è nominato nel 1266, Becille de Ronquis e sembra fosse appunto, una regola di Telve. Con il 1413 e la fine del periodo della Signoria, inizia il legame trentino con la dinastia Asburgica e Ronchi passò a far parte della giurisdizione dei Telvana.
Nel 1835, in una descrizione topografica e statistica, l’intero Comune era presentato come luogo assai delizioso e celebrato per la presenza di sorgenti d’acqua in ogni abitato: caratteristica fondamentale del Comune è, infatti, la presenza di numerosi masi sparsi sul territorio. Masi che costituiscono un elemento urbanistico e insediativo abbastanza diffuso.
Durante la Prima Guerra Mondiale tutto il territorio comunale rappresentò un perno fondamentale nelle azioni belliche: trincee e segni della Grande Guerra sono ancora ben visibili soprattutto nella parte alta del Paese, nei pressi del Lago Colo.
Alla fine della guerra, il paese passò, col resto della Regione, all’Italia. Nel 1928, fu aggregato a Borgo Valsugana, ma nel 1946 fu ricostituito come comune autonomo col nome di Ronchi Valsugana.
Oltre alla serenità dell’ambiente, si può segnalare la Chiesa parrocchiale dei Sette Dolori: costruita nel 1860, custodiva il dipinto dell’Addolorata di Eugenio Prati che fu purtroppo asportato durante la prima Guerra Mondiale. L’attuale decorazione a fresco è del pittore Francesco Chiletto. Da segnalare sul territorio anche una chiesetta, costruita dal gruppo Alpini locale nel 1971 in località Desene, “a ricordo di tutti i caduti”.
Immagine del profilo di Francesca Azzolini
Autore
Francesca Azzolini
Ultimo aggiornamento: 29.01.2018

Coordinate

DD
46.067564, 11.434272
DMS
46°04'03.2"N 11°26'03.4"E
UTM
32T 688259 5104435
w3w 
///aboliti.segnano.casetta
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Raccomandazioni nelle vicinanze

Ciclismo turistico · Trento, Monte Bondone, Valle dell' Adige
Ciclabile della Valsugana
Difficoltà facile
Lunghezza 61,3 km
Durata 4:05 h.
Salita 871 m
Discesa 930 m

La Ciclabile della Valsugana si presenta come un paradiso per trascorrere piacevoli ore praticando sport in mezzo alla natura, con un percorso di ...

Da Francesca Azzolini,   Trentino Marketing

Mostra tutto sulla mappa

Luoghi da visitare

 Questi consigli sono stati generati automaticamente dal sistema.

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Ronchi, frammenti di storia in paesaggi intatti

 Ronchi
  • La mia mappa
  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
  • 8 Percorsi nei dintorni