I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

La gola del Bletterbach, un libro di geologia

Aldino Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour La gola del Bletterbach, un libro di geologia

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:30 h
  • Distanza
    6.5km
  • Dislivello
    310 m
  • Dislivello
    310 m
  • Altitudine Max
    1695 m
Il Rio Bletterbach dopo l’ultima glaciazione ha eroso e trasportato in Valle dell’Adige oltre 10 miliardi di tonnellate di materiale detritico, dando così origine alla gola che porta il suo nome e che oggi fornisce uno stupefacente quadro degli eventi geologici in zona.

Itinerario


Da Redagno si cammina lungo il sentiero N. 3, arrivando dopo una cinquantina di minuti vicini alla gola del Bletterbach (Rio delle Foglie); si scende nella stessa in corrispondenza del cosiddetto “Taubenleck“ (da lì è possibile fare una puntata al centro visite GEOPARC Bletterbach-Aldino). Nella gola si segue il Geosentiero (segnavia), salendo lungo il rio fino alla cascata del “Butterloch“. Si abbandona il canyon salendo in alto a destra lungo il Sentiero dei Cacciatori, seguendo poi il Sentiero Europeo N. 5 (segnavia N. 4) per far ritorno a Redagno.

Inizio dell'itinerario

Museo Geologico Redagno

Arrivo dell'itinerario

Museo Geologico Redagno

Specificazione

La geologia è una scienza assai complessa. In periodi di tempo lunghissimi diversi processi geologici hanno dato origine a svariati tipi di rocce e strati, ma anche causato la loro successiva distruzione. Al contrario nella Gola del Bletterbach, lunga 8 km e profonda fino a 400 m, gli strati portati alla luce e ben disposti uno sull’altro sono rimasti praticamete intatti, presentandosi come un libro aperto sulle passate ere geologiche. Porfido quarzifero di Bolzano, arenarie della Val Gardena, formazione a Bellerophon, formazioni di Werfen e conglomerato di Richthofen si possono facilmente distinguere dal loro aspetto e colore. Un divenire geologico risalente fino a 280 milioni di anni fa, con tutte le sue particolarità, sta dinanzi agli occhi dell’osservatore. Ma non ci sono solo i vari tipi di roccia da ammirare. Negli strati di arenaria della Val Gardena ad esempio sono state trovate orme di dinosauri, calchi di piante, resti di pasti e tracce di scavi animali. Tutti questi frammenti forniscono informazioni sulla flora e la fauna di epoche antichissime. Accanto ad una puntata ad entrambi i Centri Visitatori di Redagno e Aldino, le visite guidate giornaliere offerte nella zona del Bletterbach (dal 2009 facente parte del Patrimonio Naturale UNESCO Dolomiti) costituiscono un evento particolarmente interessante!

Parcheggio

Museo Geologico Redagno

Trasporto pubblico

Con il treno fino ad Ora e con l'autobus fino a Redagno.

Arrivo

Percorrere la Bassa Atesina fino ad Ora. Deviare per la val di Fiemme fino a Fontanefredde. Qui deviare per Redagno.

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

  • Avatar di sentres redaktion

    sentres redaktion

    Bletterbachschlucht wegen Steinschlags geschlossen. Gola del Bletterbach chiusa - rischio caduta sassi.

Dove dormire

Natura

Cultura

Alla Homepage