I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Ortles

Un gigante congelato da neve e ghiaccio

Era più alto di tutte le cime circostanti, vanitoso ed arrogante. I nani si sentivano minacciati da lui. Un giorno il nano sfrontato “Nudelhopf” decise di salire sulla testa del gigante Ortles...

Arrivato in cima iniziò a fare delle capriole e a beffeggiarsi delle dimensioni del gigante. Infastidito, il gigante Ortles volle liberarsi del nano, cercando di farlo cadere dalla sua testa, ma le sue membra erano paralizzate. Lo sconforto che lo prese, per questa sua incapacità di muoversi, lo trasformò in ghiaccio e roccia.

Sono quattordici le magnifiche montagne più alte di tremila metri allineate attorno al massiccio più alto dell'Alto Adige. L'intera zona dell’Ortles si trova nel Parco Nazionale dello Stelvio, una delle più grandi aree protette d'Europa. Rigogliosi prati verdi, rocce imponenti, le cime innevate. Paesaggi di ogni genere. Ai piedi dell'Ortles, a 1570 m, si trova il pittoresco villaggio di montagna Trafoi. In questo paesino, venne alla luce lo sciatore altoatesino di maggior successo, Gustav Thöni.

La strada dello Stelvio si snoda coraggiosamente fino all’altezza di 2.757 m, il valico di montagna più alto in Italia. Sono 48 i pericolosi tornanti, la pendenza arriva fino al 15%, ma infine, eccolo davanti a noi. Il Passo dello Stelvio. Una sfida sportiva per ogni ciclista ambizioso e una delle tappe più estenuanti di alcune edizioni dell’annuale Giro d'Italia. Sotto l’imponente Cima degli Spiriti, in prossimità dello Stelvio, si trova uno dei comprensori sciistici estivi più grandi delle Alpi con tanto di pista da sci fondo a 3400 m, ai piedi del Monte Cristallo. L’aria è cristallina e il panorama del ghiacciaio è mozzafiato.  Solda è un paesino nel comune di Stelvio e conta 400 anime. La neve è garantita e qui trovate anche uno dei MMM ovvero il Messner Mountain Museum Ortles. Dedicato al tema del ghiaccio, dal 2004 racconta del timore del ghiaccio e del buio, dell’uomo e dei leoni delle nevi fino al "white out" ed il terzo polo. 

Alla Homepage