I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

I NURAGHI DI MEREU E PRESETU TORTU

Aggiungi alla lista dei preferiti

I NURAGHI DI MEREU E PRESETU TORTU

Per ulteriori informazioni sulla privacy su sentres cliccare qui

Grazie per la richiesta

Ci sono ulteriori alloggi nelle vicinanze che potrebbero interessarti. Desideri inviare comodamente con un clic una richiesta non impegnativa agli alloggi elencati in seguito?

No grazie

Informationen zu I NURAGHI DI MEREU E PRESETU TORTU

L’eccezionalità dei due siti sta sicuramente nella loro posizione, straordinariamente paesaggistica, e nella stretta relazione tra le due torri che sono a poca distanza tra loro ed in grado di dominare gran parte del territorio circostante, svettando dalla foresta primaria di leccio, altra peculiarità unica della zona. La torre di Mereu, nota a Orgosolo anche come Nuraghe intro’e padente, ovvero “dentro la foresta”, è la meglio conservata tra le due. Posta al centro del crinale sopra menzionato, si compone di un mastio ancora ben conservato e di una torre quadrangolare edificata in epoca secondaria e parzialmente crollata. Alle spalle della struttura è individuabile una ulteriore torre circolare, parzialmente crollata, distaccata dal mastio da quello che era probabilmente un cortile interno, ora ingombro da crollo. Questo Nuraghe è anche il più elevato altimetricamente dei due e domina lo spuntone su cui sorge il secondo, quello di Presetu Tortu, noto anche come Nuraghe Gorropu. Quest’ultimo è stato edificato a picco sul canalone sottostante, assai più prossimo quindi a Sa Giuntura e alla Gola di Gorropu, e consta di una torre non visitabile a causa dei crolli e di una lunga serie di altre strutture vicine, di non facile lettura, tra cui si segnala una probabile capanna circolare con una grossa muratura poco a nord della torre principale e un lungo muro megalitico che si stacca dalla stessa torre principale nel senso della pendenza. Entrambe le torri, costruite col bianco calcare del luogo, svettano dal bosco caratterizzando l’intera zona e sono spesso fotografate per la loro emergenza e singolarità.

I due Nuraghi più famosi del Supramonte si trovano entrambi a Orgosolo, su una ripida schiena che dall’altopiano di Sas Baddes scende a Sa Giuntura e si incunea nella stretta gola di Gorropu.

Alloggi consigliati

Dove dormire

Mangiare & Bere