I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Gola di Stanghe

Racines
Aggiungi alla lista dei preferiti

Gola di Stanghe

Racines

Per ulteriori informazioni sulla privacy su sentres cliccare qui

Grazie per la richiesta

Ci sono ulteriori alloggi nelle vicinanze che potrebbero interessarti. Desideri inviare comodamente con un clic una richiesta non impegnativa agli alloggi elencati in seguito?

No grazie

Informationen zu Gola di Stanghe


A Racines, vicino a Vipiteno, infuria e scroscia l'omonimo rio. Ha scavato a fondo nella roccia creando così la gola di Stanghe. Si staglia qui una delle più belle gole delle Alpi in pareti marmoree che per via dell'erosione a volte splendono di luce grigio-verde.

A Stanghe, all'inizio della gola, boschi di ontani e abeti rossi fiancheggiano il sentiero. Dopo una breve camminata nel bosco il sentiero si inerpica. Cespugli e frasche si avvinghiano alle pareti e all'improvviso uno scenario straordinario si apre all'escursionista: pontili, scale e punti panoramici lungo una gola di 400 metri che scende ripidamente. In serpentine si arriva fino in cima. Qui si arriva in un posto impressionante; è la cosiddetta "chiesa", un enorme imbuto di roccia che precipita verticalmente attraverso l'acqua. 



La gola di Stanghe fu esplorata tra il 1893 e il 1895 su ordine dell'imperatore Francesco Giuseppe. Per un breve periodo di tempo fu chiamata "la gola di Francesco Giuseppe". 

A fondo ha scavato il rio Racines nelle rocce marmoree creando così uno spettacolare monumento naturale: la gola di Stanghe, nei pressi di Vipiteno, in Alta Valle Isarco.

Alloggi consigliati

Dove dormire

Shopping

Natura

Cultura

Escursionismo

Alpinismo

Città

Inverno

Alla Homepage