I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Val Seghe

Paganella
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Val Seghe

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:30 h
  • Distanza
    12.9km
  • Dislivello
    860 m
  • Dislivello
    850 m
  • Altitudine Max
    1709 m
Da sud la Val di Seghe si estende fino al Brenta, per la valle scorre il torrente Masso, sul cui conoide di deiezione ha potuto svilupparsi Molveno. Originariamente il torrente azionava molte segherie con la sua forza idrica, che dava il nome alla valle. La maggior parte dei pannelli di spessore compreso tra 6 e 10 millimetri, che venivano chiamati "Molvene" e venduti nella zona del Lago di Garda settentrionale, venivano segati qui. Per molto tempo queste segherie hanno rappresentato la principale fonte di reddito per gli abitanti di Molveno, che tuttavia si sono trasformati in una nota località turistica. Douglas William Freshfield, uno dei primi scalatori della Cima Brenta nel 1871, dopo una visita ad una delle allora ancora scarse strutture ricettive di Molveno, scrisse che si poteva prevedere un futuro luminoso per questo luogo, che sarebbero state costruite strutture ricettive adeguate. Dopo l'auspicata costruzione dei ristoranti, tra cui un grande albergo direttamente sul lago, nella seconda metà del secolo scorso la città si è trasformata in uno dei più importanti centri di villeggiatura del Trentino.

Itinerario

Da Molveno via Lungolagho in direzione sud-ovest fino a Segheria Molveno Taialacqua (832 m). Rimanere sulla destra e si segue un ampio sentiero, il segnavia 322, che ora sale a destra nel bosco. Ora fino al Croz dei Pegelotti (945 m). La salita gira a destra e conduce, in parte ripida, fino alla Val Seghe, raggiungendo così il Rifugio Malga di Andalo (1356 m). Dalla capanna si segue la segnavia 332 – Sentiero Donini, prima in salita e poi in una lunga traversata parallela alla Val Seghe, superando l’abitato di Casinati (1550 m), in direzione nord-ovest. Si incontrano ora le pareti verticali del Croz di Selvata, si sale per un breve tratto assicurato da una corda e poi si sale al Rifugio Selvata, 1663 m, attraverso dei tornanti. Dalla piana del Pian della Selvata, su cui sorge il rifugio, scendendo nel bosco ai piedi delle cascate del Castello di Massodi contralto, segnavia 340, su un torrente e nell’ampia rotonda, all’inizio della Valle delle Perse tenendo la destra, fino al Rifugio Croz dell’Altissimo (1431 m). Da questa capanna un sentiero n. 340 conduce in discesa, in parte con ringhiere e tunnel artificiale, attraversando l’imponente parete del Croz dell’Altissimo, al Rifugio Pradel e al Rifugio Brenta (1367 m). Da qui il Pradel-Lift scende a Molveno (868 m).

Variante

Dal Rifugio Croz dell'Altissimo si può scendere anche attraverso i sentieri nn. 322 e 319 attraverso la Val di Seghe direttamente a Molveno; il Rifugio Malga di Andalo è raggiungibile anche attraverso la via ferrata della parte più bassa del Sentiero Donini. Autobloccante necessario!

Inizio dell'itinerario

Molveno, 868 m

Arrivo dell'itinerario

Molveno, 868 m

Parcheggio

Molveno, 868 m

Trasporto pubblico

Arrivo

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Tab per le foto e le valutazioni