I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Trekking impegnativo sullo Sciliar

Tires Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Trekking impegnativo sullo Sciliar

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    8:30 h
  • Distanza
    21.0km
  • Dislivello
    2040 m
  • Dislivello
    2040 m
  • Altitudine Max
    2559 m
Questo trekking dal rifugio Tschafon al rifugio Bolzano offre un panorama indimenticabile.

Itinerario


Dal rifugio ex Monte Cavone (Tschafonhütte) cui si giunge da San Cipriano in ore 1:30 circa, si cammina su un sentiero nei boschi verso la Hammerwand (Croda del Maglio). In 20 minuti si sbuca sulla Nigglscharte (Forcella Nicola), si sale al Nigglbergkopf (Monte Nicola) a 2136 m, e successivamente al punto panoramico del Mittagskofel (Cima di Mezzodì) a 2187m. Il sentiero e parzialmente assicurato, ma esistono anche passaggi franosi. Si scende poi all'erbosa Sella Tschafatsch alluscita dal Vallone dellOrsara (Barenfalle) a 2:30-3:00 ore dal rifugio Tschafon. Il sentiero (segnavia n. 2) prosegue verso est su prati d'alta quota passando vicino alla chiesetta di San Cassiano (2335 m) per raggiungere il rifugio Bolzano (Schlernhäuser). Proseguendo per altri 20 minuti verso nord si raggiunge il Monte Pez.

Inizio dell'itinerario

Rifugio Tschafon

Arrivo dell'itinerario

Sciliar

Parcheggio

Lavina Bianca - Weißlahnbad

Trasporto pubblico

Servizio pubblico da Bolzano per Tires quindi proseguire per St.Zyprian - San Cipriano.

Arrivo

Dalla Vall’Isarco raggiungere Prato all’Isarco poi svoltare in direzione Alpe di Siusi - Tires e proseguire fino a Lavina Bianca - Weißlahnbad.

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

 

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Mangiare & Bere

Natura

Cultura

Alla Homepage