I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Su Tempiesu

Barbagia
facile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Su Tempiesu

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    2:00 h
  • Distanza
    1.7km
  • Dislivello
    120 m
  • Dislivello
    120 m
  • Altitudine Max
    429 m
Un sentiero nel cuore della Barbagia per uno dei monumenti più rappresentativi della Sardegna

Itinerario

Si lascia l’auto al posteggio, scendendo alla sottostante costruzione che funge da punto accoglienza. È sempre presente una guida turistica e un presidio nel luogo, che si presenta ben ordinato e tenuto. Una volta pagato il biglietto che permette di usufruire del percorso (3€ per gli adulti) si prende il sentierino in decisa discesa. Come sarà preventivamente descritto dalle guide, questo si divide immediatamente in due tronconi che vanno a costituire un grande anello: si prende quello di sinistra, dove si incontrano lungo la strada vari cartelli esplicativi delle specie vegetali presenti. Il sentierino è ben tenuto dalla società di gestione del sito e permette anche comodi punti di sosta qualora si affrontasse la breve escursione in giornate particolarmente soleggiate: sebbene l’itinerario sia semplice, il dislivello da affrontare merita comunque attenzione anche perché le pendenze sono talvolta impegnative per un escursionista poco allenato. Si prosegue quindi per il sentierino finché questo non si ricongiunge con l’altro itinerario tematico, che verrà utilizzato per il rientro, percorrendo gli ultimi metri del sentiero in comune. Ben presto si arriva al tempio: la perfezione della costruzione, nonostante i quasi tremila anni dalla sua costruzione, conferiscono al luogo un’aura ieratica e solenne. La fonte sacra si articola in due ambienti: il maggiore è un tempio sovrastato da un tetto a doppio spiovente, del quale manca solo la parte più alta, distrutta probabilmente dalla frana che occultò il sito per millenni. All’interno del tempio, chiuso da un recinto, si trova la fonte sacra, ancora perfettamente efficiente. L’intera opera è costruita in blocchi in opera isodoma, in trachite, pietra sicuramente trasportata nel sito da luoghi piuttosto distanti e non presente naturalmente nelle vicinanze. Più in basso della fonte principale vi è un’altra fonte, nella quale l’acqua è convogliata da una canaletta perfettamente eseguita nelle pietre trachitiche. La perfezione dell’opera e la necessità di possedere elevate conoscenze idrauliche ed architettoniche per la sua realizzazione lasciano ancora oggi senza fiato. Il sito, esposto a nord-nordovest, è fresco e in estate invita a una lunga sosta, mentre d’inverno può risultare fin troppo umido e freddo. Si sceglie dunque di risalire, prendendo al bivio tra i due sentieri tematici quello di sinistra, che illustra stavolta alcune delle specie faunistiche presenti nella zona. Lungo il sentiero si incontrano anche alcune ricostruzioni di ovili tradizionali, assai interessanti da un punto di vista didattico. Rientrati all’infopoint, per chi lo desiderasse, è possibile proseguire a sinistra sulla sterrata oltre il parcheggio finché questa diviene una mulattiera e sbuca in un ampio pianoro dominato dalla mole imponente del Nuraghe Santa Lulla, uno dei maggiori del territorio anche se al momento non visitabile a causa di crolli interni.

Inizio dell'itinerario

Centro informazioni e biglietteria di Su Tempiesu, loc. Costa ‘e binza

Arrivo dell'itinerario

Fonte sacra di Su Tempiesu

Specificazione

Per avere maggiori informazioni sul sito, tra i maggiori nella sua tipologia in Sardegna, si possono chiedere importanti informazioni alla guida turistica al punto informazioni o acquistare una guida apposita.

Parcheggio

Parcheggio del centro informazioni

Trasporto pubblico

Dal centro abitato di Orune si seguono le indicazioni per il sito, ben evidente. Passati accanto al cimitero, si prosegue per strada asfaltata fino al parcheggio del centro informazioni (poco meno di 7 km dal paese).

Arrivo

Autobus per Orune

Fonte

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Matteo Cara

Tab per le foto e le valutazioni