I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Sovana

Supramonte
difficile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Sovana

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    5:00 h
  • Distanza
    7.3km
  • Dislivello
    490 m
  • Dislivello
    490 m
  • Altitudine Max
    673 m
Un pianoro remoto nascosto nel cuore delle montagne olianesi

Itinerario

 Si inizia a salire la ripida sterrata a destra del parcheggio sotto la lecceta, prendendo rapidamente quota e uscendo dal bosco quando la strada piega a sinistra, procedendo in direzione sud. Si giunge così al Cuvile Marghine Ruia, ancora in utilizzo: si prosegue tenendo le strutture principali sulla sinistra e reperendo una mulattiera che passa sotto una evidente paretina, con vista panoramica sulla vallata di Lanaitho e le montagne dell’interno verso sud. La mulattiera imboccata procede in leggera salita saltando un impluvio e proseguendo su placche rocciose inclinate, dove il sentiero si aiuta nei punti più scivolosi con tronchi e pietre. Si transita accanto ad un insediamento pastorale, un ovile che in realtà non fu mai abitato, costituito da una capanna quadrangolare; oltre, il sentiero continua in salita e giunge ben presto al Cuile Sa Ihu, costituito da una bella capanna e dal recinto delle capre e, poco oltre, a quello noto come s’Uscradu. Il sentiero comincia a piegare decisamente a ovest, prendendo su campi solcati e decisamente in salita. A quota 485 circa una deviazione sulla sinistra permetterebbe di arrivare al più bello degli ovili della zona, quello di s’Aruledda, ma è di difficile individuazione. Si prosegue la salita finché la pendenza si abbatte, piegando leggermente verso nordovest su ampie spianate calcaree, fino a giungere in vista della verde piana di Sovana. La vallata, imprevista e incastonata tra aspre montagne, è di una selvaggia bellezza e rappresenta un’oasi tra i calcari nudi della zona, dove non è infrequente osservare i mufloni al pascolo. Per raggiungerla, si discende un ripido canalino seguendo omini di pietre. Anche a Sovana esistevano insediamenti preistorici e un giro sulla piana potrà permettere di scoprire una tomba dei giganti, resti di un grande villaggio e una sorta di fortificazione su un rilievo calcareo a ovest del campo. Si rientra poi alle auto per il sentiero seguito.

Inizio dell'itinerario

Valle di Lanaitho

Arrivo dell'itinerario

Valle di Lanaitho

Parcheggio

Slargo presso la sterrata sul fondovalle di Lanaitho

Trasporto pubblico

Slargo presso la sterrata sul fondovalle di Lanaitho.

Arrivo

Dall’abitato di Oliena si segue la strada provinciale 46 in direzione di Dorgali, seguendo le indicazioni per l’Hotel Ristorante Su Gologone e svoltando nella direzione della struttura ricettiva in una strada asfaltata che indica destinazioni turistiche come la Sorgente di Su Gologone, il Villaggio Nuragico di Tiscali, la Valle di Lanaitho. Si segue la strada asfaltata, oltrepassando l’Hotel Ristorante Su Gologone, dopo il quale, al termine di una breve discesa, si trova un bivio: si prende a destra su strada cementata proseguendo nella rotabile che ben presto si presenta a picco sulla valle del Cedrino. Si giunge in vista della vallata di Lanaitho, procedendo sempre sulla sterrata fino ad incontrare un bivio: si imbocca la sterrata di destra (ovest), su strada leggermente sconnessa, ma sempre praticabile. Si prosegue ulteriormente sulla rotabile, transitando sotto alcune zone a lecceta e tenendo sulla sinistra una recinzione in rete metallica e filo spinato, sino ad incontrare un bivio sulla destra che sale ripidamente in direzione delle lontane pareti. Si posteggia in prossimità del bivio, lasciando spazio per il transito delle vetture.

Fonte

Missing
Autore:
Matteo Cara
Dal libro:
Matteo Cara - Sentieri

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Matteo Cara - Sentieri

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Mangiare & Bere

Shopping

Natura

Cultura