I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

San Benigno e Caro

Alto Garda
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour San Benigno e Caro

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:00 h
  • Distanza
    7.6km
  • Dislivello
    800 m
  • Dislivello
    790 m
  • Altitudine Max
    891 m
Che contrasto! Quando l'orso si infuria sulle rive del lago, una slavina di latta si tormenta attraverso i villaggi e anche fuori sull'acqua prevale il traffico, si è quasi sempre soli sulla strada per il vecchio eremo: una passeggiata nel silenzio. Deve essere stato tranquillo in riva al lago prima dell'apertura della Gardesana Orientale nel 1926, quando le olive venivano ancora trasportate via acqua e si andava a piedi a Malcèsine. . .

Itinerario

Dalla chiesa parrocchiale (85 m) di Cassone si sale per qualche centinaio di metri sulla strada in pendenza fino ad un cartello sulla destra che indica Malga Fiabio. È inoltre possibile raggiungere la Gardesana Orientale dalla fermata dell’autobus. Un ripido sentiero in cemento conduce in salita attraverso gli uliveti. Sopra la frana di Granei, con i suoi maestosi massi, un sentiero che sale da Malcèsine conduce in salita nel bosco. Solo l’ampia radura di Malga Fiabio (721 m) permette una visuale senza ostacoli sull’ampio specchio d’acqua. Dietro l’alpeggio, un ampio sentiero conduce alla porta vescovile (Porta del Vescovò, circa 880 m). All’improvviso ci si trova di fronte alla Valle dei Molini, un enorme fossato su cui si ergono le bizzarre scogliere della Pala di San Zeno (1223 m). La strada conduce alla chiesetta dedicata ai Santi Benigno e Caro (830 m). Si dice che l’eremita Benigno abbia vissuto insieme al suo allievo all’inizio del IX secolo in un “luogo ripido e boscoso” – come riportano le fonti – e abbia ricevuto frequenti visite da parte del re Pippino. La chiesa fu costruita nel 1844 sulle fondamenta di un edificio molto più antico. La discesa si snoda lungo un crinale boscoso su un’antica mulattiera, dove qua e là si possono ancora trovare strani segni di macinatura nei ciottoli. Provengono dalle slitte dotate di guide in ferro, le “Barassoli”, con le quali il legno tagliato veniva trasportato a valle. Presso l’azienda agricola Fichetto (299 m) vengono piantati i primi ulivi. Accompagnano l’escursionista fino in paese.

Inizio dell'itinerario

Cassone (85 m)

Arrivo dell'itinerario

Cassone (85 m)

Parcheggio

Parcheggio presso la "Gardesana Orientale" e nel centro storico.

Trasporto pubblico

Linea bus disponibile

Arrivo

Dall'autostrada del Brennero (uscita "Rovereto Sud - Lago di Garda Nord") via Torbole fino a Malcèsine e poi a Cassone.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Natura