I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Salita al monte Agnello

Val di Fiemme
facile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Salita al monte Agnello

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    0:40 h
  • Distanza
    2.7km
  • Dislivello
    160 m
  • Dislivello
    160 m
  • Altitudine Max
    2327 m
Panorama circolare su Pampeago, Fassa, Travignolo, Fiemme

Itinerario

D’inverno la bellissima conca di Pampeago è un vero paradiso dello sci. D’estate si presenta invece come una straordinaria area verde solcata da numerosi sentieri che consentono belle passeggiate. Arrivando in zona, lungo la strada che sale dalla valle di Fiemme e cioé dagli abitati di Tesero e Stava, giunti a quota 1760 si nota sulla destra la seggiovia Agnello. È attiva anche in periodo estivo. È un comodo impianto che consente di salire
rapidamente ad una stazione a monte, posta alla considerevole quota di 2180m. Lassù si trova un accogliente rifugio, in posizione panoramica sull’intera conca di Pampeago, sul gruppo del Latemar e, ad est, sulle cime della Pala di Santa / Zanggen (2488). Più lontano si vedono il Corno Nero (2439) e il Corno Bianco / Weisshorn (2313m). Le estese praterie alpine nei pressi del rifugio sono ampiamente frequentate da famiglie con bambini. Lungo i prati, soprattutto nei mesi di giugno, luglio, e parzialmente in agosto, ci si può imbattere in favolose fioriture di flora alpina protetta (da fotografare, non da raccogliere!). Si vedono Nigritelle e Sassifraghe, Silene Pumilio e Stelle Alpine. E così via. L’escursione che qui suggeriamo, sempre su sentiero, prevede di salire alle spalle della stazione a monte della seggiovia e di raggiungere la vetta del monte Agnello (2358m). È un percorso che non presenta particolari difficoltà e permette di ammirare ampi panorami, verso ovest fino alle Dolomiti di Brenta. Giungere sulla cima del monte Agnello è davvero remunerativo sotto il profilo della panoramicità paesaggistica. È infatti un rilievo davanti al quale si apre l’intera catena di Lagorai, un comprensorio dalla natura selvaggia ed incontaminata, ampiamente legato alla Storia visto che lungo i suoi crinali correva la prima linea difensiva austro-ungarica ai tempi della Grande Guerra 1915-’18. In breve: il punto di osservazione costituito dalla vetta dell’Agnello è davvero formidabile. Permette infatti di gettare lo sguardo fino in valle di Fassa e anche, soprattutto, di vedere d’infilata la valle del Travignolo con sullo sfondo lo spettacolare gruppo montuoso delle Pale di San Martino. Osservando verso ovest si potranno notare le ampie praterie alpine che si spingono fino al crinale di cima Cornon e delle vette dei Cornacci, rilievi che costituiscono altri splendidi punti panoramici sulla valle di Fiemme (si veda l’escursione n.28). In basso, invece, si vedrà l’intaglio della valle del rio Bianco, percorsa da un ripidissimo sentiero che scende direttamente fino ai 1000m dell’abitato di Panchià, in valle di Fiemme. Conclusa l’escursione si potrà rientrare lungo il percorso di salita.

Inizio dell'itinerario

Rif. Agnello

Arrivo dell'itinerario

Monte Agnello

Parcheggio

Parcheggio presso staz. a valle della seggiovia Agnello

Trasporto pubblico

Arrivo

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Panorami Dolomitici Entusiasmanti. 32 gite facili in Fiemme e Fassa, Val d'Ega e Primiero

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Mangiare & Bere

Shopping