I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Punta Salinas

Supramonte
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Punta Salinas

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    5:00 h
  • Distanza
    10.0km
  • Dislivello
    520 m
  • Dislivello
    520 m
  • Altitudine Max
    496 m
Un sentiero tra antichi ovili verso uno dei balconi più straordinari sul Golfo di Orosei

Itinerario

Dal parcheggio di Su Porteddu si seguono le indicazioni per Cala Goloritzé, cominciando una graduale salita su sentiero ben evidente. La traccia svalica in località Genna’e Pisu, traversando poi a destra in quota o leggera discesa, con vista che si apre verso il mare. A quota 464 circa bisogna fare attenzione a una deviazione poco accennata: nel punto in cui il sentiero sale e ridiscende subito, in prossimità di una evidente vena di calcite in terra e di un muretto a secco, si devia a destra su un esile sentierino in salita, per incontrare subito dopo le rovine di Coile Sorosoltai, con la capanna semidistrutta e il recinto delle capre sistemato al riparo di alcune grotte naturali. Si prosegue in quota tagliando l’impluvio successivo tra i lentischi e un carrubo, per incontrare un sentierino che va a traversare in quota, alto sul costone destro del Bacu Goloritzè che va ormai definendosi più in basso. La traccia rimane prevalentemente in quota e giunge al Coile Assas Altas, di cui residua la capanna. Dall’ovile si torna indietro di una decina di metri e si risale la spalla rocciosa verso monte (est – sudest) reperendo un sentierino che, in lieve discesa, si porta verso il fondo del Bacu Linnalbu, il canale che si intuisce ormai prossimo. Si raggiunge il fondo dell’impluvio, percorso da ciò che resta di una disastrata sterrata rovinata dall’acqua, a quota 451 e si individua, esattamente davanti al punto in cui si è raggiunto il canale, un altro sentierino che risale ripidamente su terreno pietroso, per scollinare in località Genna’e Mudregu. Si prende quindi a sinistra, su sentiero che si snoda sul filo del crinale, in quota o leggera discesa. Si giunge a un altro ovile: Coile Su Runcu’e su Pressu, con la bella capanna di grandi dimensioni e i recinti per le capre purtroppo rovinati poco distanti. Si lascia la capanna sulla destra imboccando un sentierino in ripida discesa che passa poco distante dal filo di cresta, in direzione nord-nordovest verso il mare, fino a raggiungere una piccola sella dove si incontra un bivio: si tiene la direzione, tra grandi ginepri, imboccando una traccia che scende leggermente di quota, talvolta stretta dalla vegetazione. L’esile sentierino così imboccato si interrompe bruscamente presso un terrazzo con vista semplicemente straordinaria sul Golfo di Orosei e la sottostante Cala Goloritzé: si è giunti infatti sul celebre balcone di Punta Salinas. Dopo una lunga sosta panoramica, si ritorna sui propri passi fino alla sella con il bivio, prendendo stavolta verso ovest (destra in senso di marcia) riportandosi quindi sul lato destro idrografico del Bacu Linnalbu. Un sentierino porta, sulla destra, allo splendido Coile Salinas, costruito in una grotta in posizione vertiginosa. Da questo si prende il ripido ghiaione che porta verso il basso al Bacu Linnalbu o, in alternativa, si ritorna indietro sul sentierino per incontrare una discesa migliore (consigliato). Raggiunto il fondo dell’impluvio sottostante, si individua a quota 255 una grossa mulattiera che se ne distacca, sulla sinistra, e che congiunge Bacu Linnalbu con Bacu Goloritzé, dove si arriva rapidamente raggiungendo la grossa mulattiera abbandonata al mattino ad una quota più alta. Da qui è possibile portarsi a Cala Goloritzé procedendo sulla destra, mentre a sinistra si risale rapidamente verso Su Porteddu e quindi il punto di partenza.

Inizio dell'itinerario

Parcheggio di Su Porteddu

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio di Su Porteddu

Parcheggio

Parcheggio di Su Porteddu

Trasporto pubblico

Servizio pubblico autobus per Baunei

Arrivo

Da Baunei seguire in auto le indicazioni per l’altopiano del Golgo. Proseguire sulla strada asfaltata per circa 12 km. In prossimità del punto in cui la strada asfaltata diviene sterrata si devia a destra seguendo le indicazioni per Cala Goloritzé – Punta Caroddi. Si oltrepassa la zona di As Piscinas, dove sono presenti alcune pozze naturali su terreno basaltico, molto suggestive, per giungere al parcheggio di Su Porteddu, dove si lascia l’auto (a pagamento nei mesi da Aprile ad Ottobre).

Fonte

Missing
Autore:
Matteo Cara
Dal libro:
Matteo Cara - Sentieri

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Matteo Cara - Sentieri

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Mangiare & Bere

Alla Homepage