I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Nuraghe Serbissi

Ogliastra
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Nuraghe Serbissi

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    2:30 h
  • Distanza
    12.1km
  • Dislivello
    290 m
  • Dislivello
    290 m
  • Altitudine Max
    1024 m
Un monumento straordinario nel cuore dei Tacchi

Itinerario

Si incomincia a muoversi sulla destra, sempre su strada asfaltata, mantenendo questa anche al bivio successivo, dove una strada sterrata si dirama sulla sinistra. La strada asfaltata sale con un paio di tornanti, in mezzo ad una lecceta giovane e bassa, inframmezzata dal rimboschimento a pini, una costante su tutto il taccu di Osini. Si perviene ad un ampio spiazzo, dove la strada sterrata termina con un bivio, in prossimità del quale si trovano i cartelli che indicano, rispettivamente, il Nuraghe Urceni a sinistra e il Nuraghe Serbissi sulla destra. Si prende verso quest'ultimo, seguendo il sentiero indicato con il codice 521 lungo la strada principale sterrata. Si supera un bivio sulla destra, proseguendo in direzione di Nuraghe Serbissi (nord), giungendo in breve ad un altro bivio (quota 974), posto subito dopo il punto in cui la strada comincia a scendere di quota. In corrispondenza di un primo tornante si abbandona la sterrata principale per un'altra, sempre evidente e ben tenuta, che se ne distacca tenendo la destra (Nord), segnalata comunque da cartelli che indicano il Nuraghe Serbissi. Si tiene la strada sterrata in quota, fino ad un bivio segnalato con cartelli in legno che indicano la deviazione per Perdu Cuccu: la si imbocca, costeggiando in breve l’orlo panoramico delle pareti su cui ci si può affacciare per godere di un bel panorama sulla valle del Pardu. Si prosegue su sentiero in direzione nord fino ad un ampio spiazzo, dove si imbocca una sterrata in discesa congiungendosi in breve alla strada principale e seguendo le indicazioni per Nuraghe Serbissi. Questo è ormai visibile da molti tratti del sentiero e domina letteralmente la zona con la sua mole imponente. Ancora un tratto in piano e ancora un bivio, dove si prende sempre a destra seguendo le indicazioni per Serbissi. Dopo una lieve discesa si trova ancora un bivio, dove stavolta si deve prendere per il sentiero 521a, che porta appunto al Nuraghe Serbissi in ripida salita. Il nuraghe è posto in splendida posizione ed è senza dubbio uno dei più belli dell’Ogliastra. Terminata la visita al nuraghe, si ritorna per il cammino percorso all’andata o seguendo la sterrata principale.

Inizio dell'itinerario

Scala di San Giorgio

Arrivo dell'itinerario

Scala di San Giorgio

Parcheggio

Spiazzo presso il bivio sopra la Scala di San Giorgio

Trasporto pubblico

Autobus per Osini

Arrivo

Osini si raggiunge dalla SS 389 tra Lanusei e Nuoro. Si devia seguendo le indicazioni per Monte Tonneri – Monte Arbu – Lago Alto del Flumendosa, su un breve ponticello (il bivio è al km 174,3, alcuni km prima del centro abitato di Lanusei per chi proviene da Nuoro).  Superato il ponte ed il successivo passaggio a livello si prende a sinistra. Si segue la strada asfaltata fino alla frazione di Taquisara, da cui si seguono le indicazioni per Gairo – SS 198. Si prosegue per pochi chilometri in direzione Gairo, incontrando poi un bivio dove si seguono le indicazioni per Osini, distante 4 km sulla SP11. Dall'abitato di Osini si seguono le indicazioni per la Scala di San Giorgio, oppure quelle per il Nuraghe Serbissi. La strada raggiunge la parte alta dell'abitato e poi, effettuati alcuni tornanti in mezzo al bosco, ci si trova  improvvisamente davanti ad una stretta spaccatura nella parete, fino a questo punto apparsa invalicabile, nel sito straordinario detto Scala di San Giorgio. Si prosegue lungo la rotabile fino a quando essa sale definitivamente sul taccu e si giunge ad un bivio, con due strade asfaltate: si parcheggia l'auto in prossimità della deviazione. 

Fonte

Missing
Autore:
Matteo Cara
Dal libro:
Matteo Cara - Sentieri

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Matteo Cara - Sentieri

Tab per le foto e le valutazioni