I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Monte Pizzòcolo

Alto Garda
difficile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Monte Pizzòcolo

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:30 h
  • Distanza
    16.4km
  • Dislivello
    1200 m
  • Dislivello
    1190 m
  • Altitudine Max
    1546 m
È una montagna con molte pareti, con più di un nome e vari sentieri di salita, ben noto per il suo panorama, meteo e meraviglie floreali. "Il "Pizzòcolo" è sulle carte topografiche; tra gli abitanti del luogo è chiamato anche "Naso di Napoleone". Questo deve essere dovuto al suo profilo piuttosto suggestivo, che la montagna offre dalla riva orientale del lago di Garda. Il Pizzòcolo (1581 m), che sorge quasi esattamente 1,5 km sopra il grande lago, è anche considerato un indicatore meteorologico, per questo viene a volte chiamato semplicemente "Gù" (guà = guarda!). Se il vento si dirige verso sud, il che non significa nulla di buono, presto una bandiera nuvolosa appenderà sulla sua cima. quando il vento proviene da nord, invece, si gode di un magnifico panorama che raggiunge il Monte Rosa (4634 m) a ovest. Un puntatore originale sulla sommità indica i punti più suggestivi del cerchio largo. Nella maggior parte dei casi, il Pizzocolo può essere scalato molto presto nell'arco dell'anno attraverso il suo versante sud. A marzo, nella Valle della Prera, si passeggia tra un mare di bucaneve e gigli a dente di cane. I grandi fiori bianchi delle rose di Natale brillano dal sottobosco, i fiori di fegato mettono macchie blu in mezzo, il Dafne profuma. E più in alto, dove la neve si è appena sciolta, i crochi trasformano i prati bruni in un tappeto bianco porpora. Che splendore di fiori!

Itinerario

La salita inizia su una strada, conduce in parte nel bosco su alcuni tornanti in salita. Dalla Croce di Ortello (625 m) si gode un’impressionante vista sul lago di Garda meridionale. Dopo un breve tratto pianeggiante, presso le case di Ortello (755 m), si dirama sulla destra una strada (cartello “Malga Valle – Pizzòcolo”). Si sale abbastanza ripidamente in tratti, per poi sfociare nella Valle della Prera. Nel bosco leggero si sale alla abbandonata Malga Valle (1337 m). ¼ d’ora più avanti si sale sull’ampio sentiero di tornitura che sale dal Passo dello Spino e si sale su un piacevole pendio – superata la capanna d’epoca Due Aceri (1530 m) – fino alla vetta con croce e cappella originale. La discesa è prima di tutto in quota, seguendo il lungo crinale occidentale del bastone, con un piccolo contropiede a Dosso le Prade (1511 m), prima di scendere verso i prati fioriti di Prade. Qui il sentiero biforca (1352 m; pannelli); si tiene la sinistra (destra per il Rifugio Pirlo) e si scende lungo l’ampio crinale erboso, con una chiara vista sul basso bacino del lago di Garda. All’altezza di 1200 metri il sentiero si snoda su un ampio viale. Attraversando la Valle Poiano più alta, si scende in un ampio arco al pittoresco gruppo di case di Sant’Urbano (872 m). Proseguire sulla strada per le case di Ortello e sulla via del ritorno a Sanico.

Inizio dell'itinerario

Sanico (339 m), Borgo sopra Toscolano- Maderno

Arrivo dell'itinerario

Sanico (339 m), Borgo sopra Toscolano- Maderno

Parcheggio

Piccolo parcheggio nel villaggio

Trasporto pubblico

Arrivo

Dall'autostrada del Brennero (uscita "Rovereto Sud - Lago di Garda Nord") a Riva del Garda, poi lungo la strada della riva occidentale fino a Toscolano-Maderno. Poco oltre il ponte che separa le due parti del borgo doppio, si svolta a destra in salita per Maclino e si prosegue per Sanico (339 m).

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Tab per le foto e le valutazioni