I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Monte Castello di Gaìno

Alto Garda
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Monte Castello di Gaìno

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    2:00 h
  • Distanza
    4.6km
  • Dislivello
    320 m
  • Dislivello
    320 m
  • Altitudine Max
    808 m
Il suo nome, Monte Castello (870 m), con i suoi ripidi fianchi sembra quasi inaccessibile come un castello. Nell'alto Garda le pareti (montane) sono ancora più ripide, ancora più alte, ma nel paesaggio dei giardini mediterranei intorno a Gargnano e Toscolano-Maderno l'accento è forte. Se però vi avvicinate da nord, vi accorgerete presto che è relativamente facile "conquistare" il colle del castello: a ben 1 ora da Navazzo, poi siete già lassù, vi sentirete come un signore di un castello e godrete dell'incantevole panorama. Offre contrasti emozionanti. Il vicino superiore è il Monte Pizzòcolo (1581 m), considerato il più bel punto panoramico sul lago meridionale e con i suoi scoscesi dirupi orientali crea una sorta di sfondo minaccioso (vedi tour 27). Tra le due cime è profondamente scavata la valle del torrente Toscolano. Il fatto che il fiume non porti solo acqua, ma anche sabbia e massi di volta in volta è dimostrato in modo impressionante dal possente delta che separa le due città di Toscolano e Maderno. Dalla costruzione del muro di sbarramento alto 124 metri, che scava i suoi torrenti in un lago lungo tre chilometri, però, non è più cresciuto e si è evitato il pericolo di allagamenti nella zona dell'estuario. Un altro lago molto più grande, il Lago di Garda, è naturalmente un'attrazione nel panorama di Monte Castello di Gaìno. E la si vede in tutta la sua lunghezza, da Torbole fino allo scarico di Peschiera del Garda. Il naso della zona di San Vigilio, dietro cui si nasconde la Baia di Garda, colpisce sulla sponda orientale. La penisola di Sirmione, lunga circa quattro chilometri, è molto più corta; le piccole isole del lago di Garda si trovano fuori dall'acqua di fronte alla sponda occidentale, alle sue spalle sorge come una piccola mesa della Rocca di Manerba (218 m). Che contrasto con l'appartato mondo montano della Val Vestino, che spesso si dirama fino alla Cima Tombea (1950 m).Tradizionalmente orientata verso Giudicarie, dista più di pochi chilometri dallo scintillante mondo delle rive del lago di Garda: un mondo agricolo di montagna in via di estinzione.

Itinerario

Dal parcheggio sulla strada per il Lago di Valvestino, alla fine di Navazzo (487 m), ci si dirige prima verso sud su asfalto, con la destinazione vetta rivolta verso la strada. Dopo circa 500 metri si apre sulla sinistra la strada di accesso alla chiesa di Santa Maria Assunta. Qui il sentiero biforca: Scendere a Gaìno, metà a destra (cartello) per Monte Castello. Il segnavia 21 vi porta in salita sul crinale boscoso del nord-est. In primavera il suolo è ricoperto di anemoni epatici e di canneti eritronici. Non c’è quasi nessun punto di vista. Gradualmente le rocce si avvicinano; una prima torre è aggirata a sinistra, la seconda a destra. Infine, il sentiero, ad un certo punto anche con protezione in fune metallica, raggiunge la vetta del Monte Castello di Gaìno (870 m) da nord. Discesa lungo la salita.

Inizio dell'itinerario

Parcheggio alla periferia del villaggio di Navazzo (487 m)

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio alla periferia del villaggio di Navazzo (487 m)

Parcheggio

Parcheggio alla periferia di Navazzo (487 m)

Trasporto pubblico

Linea autobus per Gargano

Arrivo

Dall'autostrada del Brennero (uscita "Rovereto Sud - Lago di Garda Nord") a Riva, poi sulla "Gardesana Occidentale" a Gargnano e su una serpentina per Navazzo (487 m).

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Tab per le foto e le valutazioni