I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Malga Stevia sopra Santa Cristina

Santa Cristina Val Gardena Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Malga Stevia sopra Santa Cristina

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:00 h
  • Distanza
    10.1km
  • Dislivello
    580 m
  • Dislivello
    1130 m
  • Altitudine Max
    2500 m
Lo Stevia è una altipiano tra le Dolomiti gardenesi. La sua posizione appartata e in alta quota l’ha preservato da uno sfruttamento troppo intensivo. Soprattutto a inizio estate sulle sue dolci superfici prative prospera una miriade di specie florerali, tra cui la notissima stella alpina.

Itinerario


Da Santa Cristina si prende la cabinovia e si sale alla stazione a monte del Col Raiser. Da lì si segue il sentiero N. 4 camminando in leggera discesa fino al Rifugio Firenze. Subito sotto lo stesso si dirama a sinistra il sentiero N. 17B che, snodandosi per ripidi ghiaioni, porta al punto più elevato dell’escursione, la Forcella Piza.
Il sentiero N. 17 conduce in leggera discesa al Rifugio Stevia, passando accanto alla malga omonima e, più oltre, al punto di ristoro Juac. Da lì, seguendo dapprima il sentiero N. 3 e poi il N. 1, si torna al punto di partenza, la staz. a valle della cabinovia Col Raiser.

Inizio dell'itinerario

Stazione a monte Col Raiser

Arrivo dell'itinerario

Stazione a valle Col Raiser

Specificazione

Il Col Raiser è una modesta elevazione di origine vulcanica. Contrariamente agli strati calcarei dolomitici, basici, i terreni vulcanici sono acidi. Per le piante il pH del terreno è fondamentale; esso condiziona in modo determinante la composizione della flora. Il “Rododendro Ferrugineo e il Rododendro Irsuto“ a prima vista si somigliano assai. Le foglie del Ferrugineo presentano però il lato inferiore ricoperto da una pellicola rossastra, mentre nell’Irsuto sono pelose. Anche i terreni in cui crescono sono diversi. Il Ferrugineo prospera solo su suolo acido, mentre l’Irsuto ha bisogno di terreni basici. Al di sotto del Col Raiser, lungo il sentiero N. 4, c’è una piccola macchia di rododendri ferruginei, mentre sotto la Forcella Piza s’incontra quello irsuto. Anche la stella alpina cresce solo su determinati terreni; predilige suoli basici, calcarei, come ad esempio le rocce dolomitiche dell’altopiano dello Stevia. La fitta selva di peli di cui è ricoperta la protegge molto bene dal freddo e dalla siccità d’alta quota. Particolarmente interessante è il fatto che questo simbolo delle Alpi sia originario dell’Asia! Infatti questa pianta delle steppe è giunta in Europa solo dopo l’ultima glaciazione.

Parcheggio

Santa Cristina, stazione a valle Col Raiser

Trasporto pubblico

Con il treno fino a Ponte Gardena e con l'autobus fino a Santa Cristina.

Arrivo

Percorrere la val Gardena fino a Santa Cristina.

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

  • Dummy Avatar

    Angelika Munter

    einmaliges panorama auf der piz-scharte und der stevia-alm! anmerkung für die beschreibung: bei der juac-hütte muss man den weg nr. 3 HINAUF folgen und nicht nach unten, für uns war das leider nicht klar und wir sind dann den weg nr. 3 richtung tal gegangen und sind somit nach wolkenstein gekommen - mussten dann von dort richtung st. christina und zur talstation col raiser wandern

Mangiare & Bere

Shopping

Cultura

Alla Homepage