I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Malga Guì

Provincia di Trento
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Malga Guì

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    2:00 h
  • Distanza
    4.7km
  • Dislivello
    460 m
  • Dislivello
    460 m
  • Altitudine Max
    1442 m
Dove le capre toccano il cielo

Itinerario

Dal parcheggio si risale lungo il torrente Assàt per strada forestale (segnavia n 414), la quale ricalca il vecchio tracciato costruito durante la I guerra mondiale. Si supera il Ponte Glera e quindi ripidamente, per mulattiera, alla selvaggia Malga Guì (m 1444), oltrepassando i ripidi valloni Pasorìa e Maggiorvalle, fortemente segnati dalle valanghe.

Rientro: dalla stessa, oppure consigliamo di proseguire a sinistra fino alla Sella de Lomar (m 1598), quindi scendere per il sentiero n. 414B per la valle de Lomar fino al punto di partenza. Quest’ultimo sentiero è il più antico. Prima dell’apertura della strada per la valle dei Guì (attorno alla metà del 1800), l’alpeggio si effettuava via Lomar e la raccolta del fieno magro, prodotto dalla zona, costringeva ad erculee fatiche di trasporto a spalla.

Inizio dell'itinerario

Rifugio Al Faggio (m 963). Lo si raggiunge con deviazione tra Pieve di Ledro e Bezzeca. Si prende la strada con indicazioni “Val di Concei” e la si segue oltrepassando i paesi di Locca, Enguiso, Lenzumo.

Arrivo dell'itinerario

Rifugio Al Faggio (m 963).

Parcheggio

Trasporto pubblico

Arrivo

La val di Ledro è raggiungibile da Riva del Garda seguendo le indicazioni “Val di Ledro-Storo” oppure dalla valle del Chiese con diramazione a Storo per “Lago di Garda-Riva del Garda”.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Andar per malghe in Trentino 2

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire