I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

L’Alta Via di Luson

Luson Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour L’Alta Via di Luson

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:30 h
  • Distanza
    21.5km
  • Dislivello
    1170 m
  • Dislivello
    1170 m
  • Altitudine Max
    1962 m
Escursione per l'alta via di Luson sulla Cresta di Luson che s'innalza tra l'omonima valle, la bassa Val Pusteria ed a est la Val Badia

Itinerario


Salita: Alla chiesa di Luson (981 m) si segue sempre il segnavia 14, in parte su stradina ed in parte su sentiero, toccando l’Hotel Tulper (1625 m) e salendo sempre sul 14, fino alla malga Roneralm (1832 m, con posto di ristoro; ore 3).

Alta via: si procede verso est sulla stradina 2, prima per bosco e poi sulle praterie libere, toccando le malghe Starkenfeldalm (1936 m, ore 1) e Rastner (ambedue con posto di ristoro). Al bivio si passa verso destra sul sentiero 2a, toccando le malghe Steineralm e Kaltbrunnalm, per giungere infine al rif. Prato Croce – Kreuzwiesenhütte (1925 m, aperto d’estate; ore 2.30 sull’alta via).



Discesa: Continuando sul 2A e svoltando presto a destra, si scende ad incontrare la stradina 2, che porta al villaggio di Flitt con cappella (1337 m, albergo). In gran parte sul vecchio sentiero 2 e poi su stradina, si torna al punto di partenza (ore 1.30 di discesa).

Inizio dell'itinerario

Luson

Arrivo dell'itinerario

Luson

Parcheggio

Parcheggio a Luson

Trasporto pubblico

Con il treno fino a Bressanone e poi con l'autobus fino a Luson

Arrivo

Attraversare la Val d'Isarco fino a Bressanone e poi fino a Luson

Fonte

Book_55
Autore: Hanspaul Menara

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

 

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Cultura

Alla Homepage