I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

La Passeggiata Freud sul Renon

Comune Renon
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour La Passeggiata Freud sul Renon

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    1:30 h
  • Distanza
    4.9km
  • Dislivello
    100 m
  • Dislivello
    50 m
  • Altitudine Max
    1277 m

Itinerario

Dal parcheggio alla stazione del trenino, dove ha inizio la passeggiata, ci sono solo pochi passi. Quindi seguiamo sempre il segnavia n. 35, ovvero la “Passeggiata Freud“, passando per prati e boschi fino alla stazione di Soprabolzano. La passeggiata è percorribile anche con passeggini. Ritorno: comodamente seduti nel trenino. Anche il viaggio sul mezzo d’altri tempi è una piccola avventura.

Inizio dell'itinerario

Parcheggio Hotel Bemelmans Post a Collalbo, fermata autobus in paese

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio Hotel Bemelmans Post a Collalbo, fermata autobus in paese

Specificazione

Il Renon... tradizione sempre viva

Possedere una casa vacanze sul Renon è notoriamente una tra le otto beatitudini per i cittadini di Bolzano (come spiega in una sua poesia Karl Theodor Hoeniger); ma le piacevolezze della villeggiatura estiva sul Renon non erano apprezzate solo dai bolzanini; aria pulita, frescura, una vista stupenda sulle Dolomiti, estesi boschi…Lassù hanno soggiornato anche numerose personalità più o meno famose, godendosi la vita. Il villeggiante più illustre resta senza dubbio Sigmund Freud, padre della psicanalisi, che per molti anni prese alloggio con la propria famiglia all’Hotel Bemelmans Post, dove nell’estate del 1911 scrisse Totem e tabù; il settembre seguente vi festeggiò invece le nozze d’argento. Dal Renon mantenne anche uno stretto contatto con il collega Carl Gustav Jung, al quale scrisse in una lettera: "... qui sul Renon stiamo divinamente bene e il posto è bellissimo. Ho scoperto in me il piacere inesauribile del dolce far nulla..." In onore e memoria del grande psicanalista si svolge annualmente la Settimana Freudiana.

Ma torniamo al Renon e al suo paesaggio. Viaggiando sul vecchio trenino a scartamento ridotto del 1907 si ha l’opportunità di rivivere ancora il fascino dei “bei tempi andati“, con le vecchie dimore signorili e contadine; soprattutto le aristocratiche ville Jugendstil testimoniano la tradizione della borghesia bolzanina.

Il trenino del Renon continuò a collegare Bolzano all’altopiano fino al 1966. Il tratto in forte pendenza (quasi 900 m di dislivello) veniva superato con comandi a cremagliera. Si narrava umoristicamente che, durante la salita, si potesse tranquillamente scendere dal vagone, cogliere qualche fiore e risalirvi al tornante successivo. Dalla sua rimessa in esercizio – avvenuta forse anche sull’onda della nostalgia – il trenino del Renon registra un numero crescente di entusiasti viaggiatori.

Parcheggio

Parcheggio Hotel Bemelmans Post a Collalbo, fermata autobus in paese

Trasporto pubblico

Arrivo

Da Bolzano si va in direzione Brennero, poco dopo la frazione di Rencio si svolta a sinistra e si sale al Renon; autobus di linea dalla Stazione Autocorriere

Fonte

Cover_facili_passeggiate_alto_adige
Autore:
Leo Brugger
Dal libro:
Facili passeggiate

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Facili passeggiate

Tab per le foto e le valutazioni