I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Il Sentiero della Roggia di Marlengo

Marlengo
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Il Sentiero della Roggia di Marlengo

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    2:15 h
  • Distanza
    7.3km
  • Dislivello
    110 m
  • Dislivello
    100 m
  • Altitudine Max
    473 m

Itinerario

Nel centro del paese di Marlengo si trova un ampio parcheggio, una fermata dell’autobus e ci si può arrivare anche in treno. Da qui iniziamo a camminare lungo la strada in direzione nord verso la stazione di Marlengo. Poco dopo svoltiamo a sinistra e seguiamo il sentiero “Untersteiner“, salendo fino al sentiero della roggia. Lo seguiamo – ora decisamente in piano – fino a quando incontriamo l’asfaltata Via Monte Leone (Lebenbergerstr.). Qui ci teniamo a sinistra procedendo verso il basso e poco dopo svoltiamo nuovamente a sinistra entrando in Via Mitterterzer, che ci riporta nel centro di Marlengo.

Variante

C’è anche una variante più breve: poco prima e poco dopo il parcheggio la Via Anselm Pattis porta verso monte. Lungo la stessa si arriva al sentiero della roggia e si continua come sopra descritto. Tempo di percorrenza complessivo: 1 ora e 45 min. circa.

 

Una variante estremamente interessante, soprattutto se si è in compagnia di bambini, è rappresentata dalla puntata al Sentiero Natura Avventura. All’Albergo Larchwalder il Sentiero si dirama dal sentiero della roggia verso l’alto a destra. Il percorso ad anello lungo 1 km circa e punteggiato da 23 stazioni naturali offre ai visitatori grandi e piccoli molte possibilità di relax, di scoprire e vivere avventurosamente la natura, di giocare e fare movimento, ad es. sul percorso a corde alte; c’è perfino un’aula nel bosco riservata agli “artisti boschivi“. Il tracciato è agevolmente percorribile da tutta la famiglia.

Inizio dell'itinerario

Centro di Marlengo

Arrivo dell'itinerario

Centro di Marlengo

Specificazione

Come è nata la roggia

Sull’importanza delle rogge (Waale) per l’agricoltura ci siamo già dilungati in altra sede. L’acqua che forniscono è sempre ancora benvenuta; oggigiorno comunque è maggiore l’importanza che rivestono le vie e i sentieri che si snodano loro accanto, perché sono diventati dei percorsi escursionistici particolarmente apprezzati. La Roggia di Marlengo lunga 13 km (la più estesa dell’Alto Adige) collega Tel a Lana di Sopra. Mentre di molte rogge poco o nulla si sa su modalità e periodo di realizzazione, la storia costruttiva della Roggia di Marlengo è dettagliatamente documentata. La Certosa di Allerengelberg (Monte di tutti gli angeli, Val Senales) divenne proprietaria del Maso Gojen di Marlengo. Per poterne coltivare adeguatamente i terreni serviva molta acqua. I monaci della Certosa promossero allora la costruzione di una roggia da Tel, coinvolgendo nella sua progettazione anche i contadini di Marlengo e dintorni. Tra il 1737 e il 1756 fu possibile realizzare l’opera; il monastero contribuì alla copertura dei costi, ma la maggior parte degli stessi se la dovettero accollare i contadini stessi. Che ebbero di certo di che lamentarsi: dall’iniziale costo preventivato di 12.000 fiorini si arrivò a una somma finale di quasi 100.000 fiorini. Anche se è difficile fare paragoni: verso il 1700 un fiorino (Gulden) valeva all’incirca 40-50 euro. Alla fine però la grande opera non fu realizzata invano. Nella roggia scorre ancor oggi acqua dell’Adige e noi camminatori possiamo approfittare di uno splendido percorso escursionistico.

Parcheggio

Centro di Marlengo

Trasporto pubblico

Arrivo

Dalla superstrada MeBo uscire a Marlengo

Fonte

Cover_facili_passeggiate_alto_adige
Autore:
Leo Brugger
Dal libro:
Facili passeggiate

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Facili passeggiate

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Mangiare & Bere