I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Il lago di San Valentino alla Muta

Curon - Resia in Venosta
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Il lago di San Valentino alla Muta

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    1:30 h
  • Distanza
    5.0km
  • Dislivello
    20 m
  • Dislivello
    20 m
  • Altitudine Max
    1479 m
Facile e affascinante escursione in Alta Val Venosta, consigliata a grandi e piccini.

Itinerario

A sud del Lago di Resia, il più famoso bacino artificiale dell’Alto Adige, si estende il meno noto Lago di San Valentino alla Muta con il suo magnifico biotopo. Partendo dal parcheggio di fronte all’Albergo Alpenrose, si seguono le indicazioni “Giro del lago” con la marcatura nº 1, quasi esclusivamente pianeggiante. In parte, si procede su ponticelli in legno e un sentiero sterrato lungo la palude e il canneto, in parte, anche lungo la pista ciclabile, dove è necessario prestare attenzione e superare una breve salita. Alcune panchine girevoli in legno invitano a concedersi una sosta sul sentiero lungo la riva, ammirando la fauna di questo bacino alpino naturale di circa 89 ettari e 15 m di profondità. Un tempo noto come “Lago dei Certosini”, è stato di proprietà del monastero di Senales fino al 1782. Secondo la leggenda, in alcune buche di ghiaccio sulla riva verso la montagna viveva il drago Eisi, custode del lago. Una bacheca rivela che, inserendo la mano in una di queste, si avverte l’alito freddo del drago. Altre piccole bacheche intorno all’idilliaco specchio d’acqua forniscono dettagli interessanti su fauna, flora e paesaggio.

Variante

Se il giro del lago non è sufficiente o siete alla ricerca di un’immensa pace e desiderate staccare la spina dalla quotidianità, potete recarvi a Piavenna (1 ora; marcatura nº 3), un piccolo insediamento di 50 abitanti raggiungibile anche in auto. Qui, oltre al Maso Santner Hof sorge la tenuta di Piavenna con il suo frontone merlato e le torrette angolari. Sul sentiero nº 5 si sale alla Malga Piavenna (2.003 m; nessun servizio di ristoro); leggera ascensione su un sentiero sterrato. Ritorno lungo il medesimo itinerario.

Inizio dell'itinerario

S. Valentino alla Muta, 1.470 m s.l.m.

Arrivo dell'itinerario

S. Valentino alla Muta, 1.470 m s.l.m.

Specificazione

In passato, nelle buche di ghiaccio s’immagazzinava per lungo tempo il pesce.

Parcheggio

Parcheggiare di fronte all’Albergo Alpenrose.

Trasporto pubblico

Arrivo

Attraverso la Val Venosta fino a S. Valentino alla Muta. Parcheggiare di fronte all’Albergo Alpenrose.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Alla scoperta dell'Alto Adige con l'amico più fedele

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Natura