I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

I borghi di Seres, Miscì e la Valle dei Mulini

San Martino in Badia
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour I borghi di Seres, Miscì e la Valle dei Mulini

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    1:45 h
  • Distanza
    5.1km
  • Dislivello
    210 m
  • Dislivello
    210 m
  • Altitudine Max
    1607 m

Itinerario

Da Longiarù seguiamo la marcatura n. 4 diretta a Freina, proseguendo fino al maso Vanc, per poi svoltare a destra e salire al borgo di Seres, dove lungo l’omonimo rio una serie di mulini, ristrutturati a regola d’arte, è in funzione ogni giovedì (in piena estate). Qui, ha anche inizio la Valle dei Mulini (Val di Morins, in ladino). Procediamo per un tratto verso l’interno, attraversiamo il rio su un ponte e, verso l’esterno della vallata, raggiungiamo il borgo di Miscì e l’Agriturismo Tlisöra, dove durante una piacevole pausa ammiriamo il magnifico panorama sull’antistante borgo di Seres. Proseguiamo (marcatura n. 5B) e presso Pares imbocchiamo a sinistra il sentiero n. 5. Al bivio successivo ci teniamo nuovamente a sinistra sul n. 4A e poco dopo a destra, per fare ritorno a Freina e al punto di partenza.

Inizio dell'itinerario

Parcheggio/fermata dell’autobus a Longiarù

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio/fermata dell’autobus a Longiarù

Specificazione

Les Viles

Ancora oggi, soprattutto sul versante assolato della Val Badia, sorgono le tipiche viles (borghi, in ladino): gruppi di case in legno o pietra e fienili in legno, l’uno accanto all’altro. La ciasa (casa con officina, dispensa e cantina al pianterreno, così come l’abitazione vera e propria al primo piano) e la vicina majun (stalla) con sopra il tablé (fienile), dotato di un ballatoio usato come essiccatoio, costituiscono il nucleo di una vila. La struttura particolarmente chiusa dell’insediamento potrebbe rispecchiare una necessità di sicurezza e coesione, ma anche la parsimonia dovuta a una scarsa disponibilità di terreno antropizzato, di cui il borgo di Seres è un tipico esempio. La nostra escursione conduce alla piazza centrale, una delle più belle nel suo genere in Val Badia, circondata da numerosi edifici artistici strettamente legati alla cultura rurale. 

In origine le viles erano presumibilmente composte da un solo nucleo familiare cui, con il passare del tempo, si sono aggiunti ulteriori membri. La peculiarità più importante di questi particolari complessi residenziali è (oppure era) l’utilizzo comune di ­fontane, abbeveratoi e forni: lavoravano insieme e l’insediamento formava, per così dire, un piccolo paese. Questo stile di vita era fonte di sicurezza, ma esigeva anche una notevole abilità nel superare i conflitti.

Oltre al tour descritto, Longiarù ha in serbo numerose escursioni, ad esempio alla volta del Rifugio Genova, del Sasso Putia e del Crëp Dodesc o del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies (poco distante). Le passeggiate, però, devono essere in linea con il titolo del libro…

Parcheggio

Parcheggio/fermata dell’autobus a Longiarù

Trasporto pubblico

Arrivo

Si percorre la Val Pusteria fino a S. Martino in Badia, dove si prosegue verso sinistra fino a Longiarù

Fonte

Cover_facili_passeggiate_alto_adige
Autore:
Leo Brugger
Dal libro:
Facili passeggiate

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Facili passeggiate

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage