I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Giro Joch a Tiso

Funes Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Giro Joch a Tiso

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:15 h
  • Distanza
    10.7km
  • Dislivello
    500 m
  • Dislivello
    500 m
  • Altitudine Max
    1355 m
Il giro Joch deve il suo nome ai masi Joch e alla croce Jochkreuz.

Itinerario


Punto di partenza dell'escursione circolare è la località di Tiso (posto ristoro) ai pendii soleggiati sopra la val di Funes. Il luogo divenne famoso soprattutto per i geodi di Tiso, cristalli di rocca (Teiser Kugeln). Una belissima collezione si trova al Museo mineralogico di Tiso

Il giro Joch parte a Tiso. Dapprima lungo la strada con il nr. 11, oltrepassare il maso Miglanz (1082 m) e prosegurie fino a San Valentino. Nella piccola chiesa si trova un altaredi un maestro dell'atelier Klockner nella tradizione del famoso scultore Michael Pacher. Da qui proseguire sul sentiero Sunnseitnweg fino a San Giacomo (1292 m), con la chiesa documentata del 1349 e poi lungo la strada nr. 30 in direzione ovest fino al maso Moar e fino ai masi Joch. Sul sentiero nr. 30 camminare fino alla croce Jochkreuz e ritornare a Tiso.

Inizio dell'itinerario

Tiso a Funes

Arrivo dell'itinerario

Tiso a Funes

Specificazione

 

Chiesa San Valentino: L’intaglio è opera di un maestro della bottega di Klocker di Bressanone. Il pittore delle ali dell’altare appartenne alla scuola di Michael Pacher.

Chiesa San Giacomo: La prima citazione documentaristica risale al 1349, la chiesa è circondata da un muro con porta ad arco a tutto sesto.

Museo mineralogico: Paul Fischnaller è il ricercatore e il collezionista che ha saputo portare alla luce i preziosi minerali e ha raccolto le pietre custodite nel museo. L’esposizione comprende sfavillanti reperti provenienti dal luogo di ritrovamento di Tiso, ma anche da altre regioni alpine quali ad es. la Svizzera, la Valle d’Aosta, l’area del Monte Bianco e Idar Oberstein nella Renania-Palatina, che furono esplorati dal Nostro.

Parcheggio

Tiso a Funes

Trasporto pubblico

Con l'autobus da Chiusa fino a Tiso.

Arrivo

Attraverso la Val di Funes fino al bivio per Tiso.

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Shopping

Cultura

Alla Homepage