I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Escursione panoramica da Chiusa a Velturno

Chiusa
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Escursione panoramica da Chiusa a Velturno

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:00 h
  • Distanza
    11.7km
  • Dislivello
    490 m
  • Dislivello
    490 m
  • Altitudine Max
    977 m

Itinerario

Si raggiunge Chiusa o in automobile (parcheggi a nord e sud della cittadina), oppure in autobus o treno. La via di salita ci porta fuori dal pittoresco centro storico; seguiamo le indicazioni per Sabiona (Säben), saliamo al Monte Sacro (Heiliger Berg), al quale conviene dedicare del tempo un’altra volta. Alla Torre del Capitano (Burg Branzoll, proprietà privata non visitabile) ci teniamo a sinistra sulla Via Crucis, salendo per tornanti e in moderata pendenza al monastero. Dopo proseguiamo lungo la via n. 1, portandoci al bel casale di Pradello. Poco dopo, al bivio con crocifisso, lasciamo la via n. 1 e ci teniamo a destra procedendo sul “Keschtnweg“ (Sentiero delle castagne), su cui in moderata pendenza e quasi sempre in campo aperto arriviamo fino a Velturno. La via di ritorno si snoda dapprima lungo quella dell’andata; alla biforcazione all’inizio di un boschetto ci teniamo però a destra sul sentiero panoramico, continuando la camminata fino a Verdignes. In prossimità della chiesa il segnavia n. 1 porta in basso a sinistra a Pradello e successivamente fino alla stretta sella davanti al Monastero di Sabiona. Qui stiamo nuovamente a sinistra e scendiamo al punto di partenza lungo la passeggiata di Sabiona.

Chi ritiene il percorso troppo lungo potrà usufruire del bus di linea da Velturno a Chiusa.

Inizio dell'itinerario

Chiusa centro

Arrivo dell'itinerario

Chiusa centro

Specificazione

Castelli, cappelle e chiesette lungo il ciglio della strada

Dopo la salita al Monastero di Sabiona si ha ormai alle spalle gran parte del dislivello da superare, dato che non vi sono praticamente più erte nel resto del percorso; che si snoda per gran parte in campo aperto attraverso il tipico paesaggio culturale della Bassa Val d’Isarco, con in suoi prati, masi contadini e castagneti. E inoltre si hanno quasi sempre nel campo visivo le Dolomiti, che si ergono di fronte. Per quanto riguarda il tema castagni: si cammina in parte anche lungo il noto “Sentiero delle castagne“ (Keschtnweg), lungo una sessantina di chilometri, menzionato altrove. ­Accanto a svariate cappelle e chiesette lungo il tragitto, a Velturno si trova una vera e propria chicca da non perdere assolutamente: Castel Velturno (Schloss Velthurns). Il Principe Vescovo di Bressanone Thomas von Spaur nella seconda metà del XVI secolo fece costruire in paese una residenza estiva che esternamente è abbastanza simile ad altre residenze analoghe della zona di Bressanone, mentre invece, per quanto riguarda gli interni, presenta quasi caratteristiche da reggia. Il castello è senza dubbio la più splendida residenza rinascimentale dell’Alto Adige, e un tempo disponeva addirittura di una riserva per cervi, un enorme recinto per uccelli e uno stagno per pesci. Di particolare pregio sono i rivestimenti in legno delle pareti, gli intarsi, i portali intagliati, le stufe in maiolica e gli affreschi, e anche la collezione di opere d’arte sudtirolesi dal XV al XX secolo. Il castello è visitabile solo con guida e a pagamento, dal 15 marzo al 15 novembre.

Parcheggio

Chiusa centro 

Trasporto pubblico

Arrivo

Autostrada del Brennero, svincolo di Chiusa

Fonte

Cover_facili_passeggiate_alto_adige
Autore:
Leo Brugger
Dal libro:
Facili passeggiate

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Facili passeggiate

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Mangiare & Bere

Alla Homepage