I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Escursione anulare della Roda di Vaèl

Nova Levante
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Escursione anulare della Roda di Vaèl

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:45 h
  • Distanza
    6.7km
  • Dislivello
    400 m
  • Dislivello
    410 m
  • Altitudine Max
    2529 m
Questa bellissima escursione anulare nel cuore del Gruppo del Catinaccio vi porterà dal rifugio Paolina, al rifugio Roda di Vaèl ed attraverso il Passo del Vaiolon. Si ritorna al punto di partenza con il Sentiero del Masaré - Hirzelweg.

Itinerario


Poche centinaia di metri a valle del Passo di Costalunga si trova la stazione di partenza di una moderna seggiovia che ci porta al rifugio Paolina (2127 m). Nelle ampie praterie alpine fioriscono varietà floreali poste sotto tutela, quali il giglio martagone e il giglio rosso. Dal rifugio Paolina il sentiero n. 539, ben contrassegnato, ci porta in direzione nord. Il percorso attraversa in successione tre impluvi, al quarto incontriamo un bivio vicino ad una cascatella a quota 2175 m: Si sale moderatamente e, a quota 2190 m, si giunge al bivio con la traccia n. 9 per l’hotel Moseralm; rimanendo sul nostro sentiero, saliremo ulteriormente tra rocce imponenti fino a incontrare il celebre Hirzelweg (n. 549) a quota 2200 m. L’itinerario è intitolato a Hirzel, editore di Lipsia appassionato escursionista delle Dolomiti, che ha promosso la realizzazione di questo tracciato pressoché orizzontale. A destra, poco lontano, c’è un grande masso provvisto di una scaletta metallica, un caratteristico punto panoramico. La nostra gita punta decisamente più in alto, in una salita che si inerpica zigzagando inizialmente in un canalone detritico e, più in alto, lungo ripidi ghiaioni verso il Passo Vaiolon. Poco prima del passo occorre superare una roccia sporgente, l’unico punto di una certa difficoltà, comunque facilmente superabile grazie a una scaletta. Dopo un ulteriore tratto in forte salita giungiamo, dopo circa ore 1 3⁄4 dal rifugio Paolina, al Passo Vaiolon (2560 m). Alla sella del passo il nostro sentiero si congiunge alla via ferrata che scende dalla cima della Roda di Vaèl (Rotwand). Chi ha tempo, potrà salire alla vetta per apprezzare un panorama ancora più aperto. Dal Passo Vaiolon si apre un’ampia vista sull’anfiteatro denominato Gran Buia de Vaèl, circondato da un’ampia corona di cime e guglie, con il frastagliato e suggestivo profilo di Cima Sforcella (Tscheinerspitze – 2810 m) a sinistra e la Cresta delle Coronelle; di fronte Cima Mugoni (2734 m). Ora inizia la discesa, inizialmente leggera verso il circo glaciale ai piedi della Cresta delle Coronelle, poi a sud per una gola. Sopra il rifugio Roda di Vaèl il nostro percorso incontrerà il sentiero n. 541 proveniente dal Passo delle Cigolade. Scendiamo per alpeggi al rifugio (2280 m) e ci godiamo l’ampia vista sulla Valle di Fassa e sulle cime delle Dolomiti Fassane. Di qui si procede comodamente sul largo sentiero n. 549 al rifugio successivo, il Pederiva. A cento metri ad est suggeriamo di fermarsi per osservare, con un po’ di fortuna, le marmotte nel sottostante Vallone di Pasché. Proseguendo raggiungeremo il monumento a Theodor Christomannos, un’aquila in bronzo alta tre metri situata in posizione panoramica sulle Valli di Fassa e d’Ega. Poco avanti ci staccheremo dall’Hirzelweg per seguire il segnavia n. 539 e scendere al rifugio Paolina (2127 m), il nostro punto di partenza. In seggiovia torneremo al Passo di Costalunga.

Inizio dell'itinerario

Seggiovia Paolina

Arrivo dell'itinerario

Seggiovia Paolina

Parcheggio

Stazione a valle seggiovia Paolina.

Trasporto pubblico

Servizio pubblico da Bolzano per il Passo Costalunga. Prendere il servizio che passa dalla Val d'Ega e scendere nei pressi della seggiovia Paolina.

Arrivo

Percorrere la Val d'Ega in direzione Passo Costalunga, poco prima del passo svoltare in direzione della seggiovia Paolina.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Le più belle gite nel Catinaccio Dall’Alpe di Siusi per Tires al Latemar

 

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

  • Avatar di valentina campana

    valentina campana

    Foto di valentina campana

    Giro bellissimo e panoramico in ogni momento! Attenzione in data giugno 2017 una parte del sentiero che porta al passo vaiolon è dismesso è pericoloso da fare ( in particolare se si percorre in discesa). Aggiungo che Per via della scaletta non è possibile percorrerlo con cani!

Natura

Cultura