I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Da San Martino fino ai laghi Seebergseen

Sarentino Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Da San Martino fino ai laghi Seebergseen

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:30 h
  • Distanza
    11.0km
  • Dislivello
    670 m
  • Dislivello
    670 m
  • Altitudine Max
    2126 m
L’ambiente malinconico è assai suggestivo. Secondo una leggenda, sul fondo di uno dei laghi si trova il tesoro sepolto dai ricchi padroni anti- chi della miniera vicina: un gioco dei birilli d’oro massiccio.

Itinerario


A Reinswald (1492 m; strada da Astfeld in val Sarentina) si prosegue in macchina fino al grande parcheggio della cabinovia (1600 m circa). Al bivio successivo si prende a destra la stradina della Via Crucis, fino ad incontrare il rio Getrumbach. alla curva si prosegue verso sud sulla Via Crucis, salendo nel bosco sul ripido sentiero, contrassegnato da punti rossi. Toccando il citato forno preistorico di fusione, si giunge al limite del bosco e poi ai laghetti (2031 m, ore 2). Ritorno: ad ovest dei laghi si segue il sentiero 6; superato un piccolo valico (2083 m), si gira a destra sul sentiero T, scendendo alla malga Gschwendt-alm (1894 m) e di là al punto di partenza (ore 1.30 almeno).

Inizio dell'itinerario

San Martino, stazione a valle della cabinovia

Arrivo dell'itinerario

San Martino, stazione a valle della cabinovia

Parcheggio

San Martino, stazione a valle della cabinovia 

Trasporto pubblico

Da Bolzano con l'autobus fino a San Martino. 

Arrivo

Percorrere la val Sarentino fino a Campolaste e deviare per San Martino. 

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Mangiare & Bere

Natura

Cultura

Alla Homepage