I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Da Salorno alla Haderburg

Salorno
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Da Salorno alla Haderburg

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    1:00 h
  • Distanza
    1.7km
  • Dislivello
    150 m
  • Dislivello
    0 m
  • Altitudine Max
    383 m

Itinerario

Inizio dell'itinerario

Parcheggio in centro paese di Salorno

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio in centro paese di Salorno

Specificazione

Una rocca piena di vicissitudini

Le rovine del Castello di Salorno (ted. Haderburg) s’innalzano al cielo imponenti e spettrali sopra il paese omonimo. Questa rocca, con le sue alterne vicende storiche, fu eretta su uno spuntone di roccia, distaccato dal Monte Alto (Geierberg). Le formazione rocciose della zona sono costituite da calcare, come le pietre delle strutture murarie; desta quindi non poca meraviglia che il mastio sia fatto di blocchi di porfido. Quanta fatica deve essere costato portare questo materiale fin lassù! Sotto l’Imperatore Massimiliano I furono rafforzate le fortificazione del castello per metterlo in grado di resistere alle nuove tecniche belliche, basate sull’uso delle armi da fuoco. Si possono ammirare estesi bastioni e baluardi con feritoie e tanto altro; le opere di difesa si estendono in gran parte tra la rocca e la pareti del Monte Alto, occupando una superficie maggiore del nucleo centrale del maniero stesso. C’è chi sostiene che il cosiddetto “castellum salurna“ sia proprio la Haderburg, rimasta per qualche tempo in possesso dei Conti di Appiano; la cosa però non è storicamente provata. Quando nel 1158 il Papa inviò in Germania due messi (i cardinali Enrico e Giacinto) con ricchi doni per il Barbarossa, i cavalieri del castellum salurna li intercettarono a Salorno appunto, li depredarono e li imprigionarono, chiedendo un riscatto per la loro liberazione. La punizione per l’atto temerario arrivò immediata: Enrico il Leone attaccò il maniero dei Conti di Appiano (Hocheppan), lo espugnò e lo distrusse (fu comunque ricostruito). Con la perdita dell’importanza strategica nel XVI ebbe inizio il declino del castello, che in ogni caso comoda residenza non era mai stato. Su iniziativa dell’attuale proprietario, il Barone Ernesto Rubin de Cervin Albrizzi, la Haderburg è stata consolidata e restaurata grazie anche al sostegno economico della Provincia di Bolzano e della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano; dal 2003 è di nuovo accessibile ai visitatori. Le porte del maniero sono aperte al pubblico dall’inizio di aprile a fine ottobre. La vista sulla Bassa Atesina che si gode da lassù è da mozzafiato. D’estate il castello ospita molte manifestazioni, come mostre, concerti, feste medievali. E proprio queste ultime costituiscono per i bambini un’esperienza da non perdere.

Parcheggio

Parcheggio in centro paese di Salorno

Trasporto pubblico

Arrivo

In auto, autobus o treno fino a Salorno

Fonte

Cover_facili_passeggiate_alto_adige
Autore:
Leo Brugger
Dal libro:
Facili passeggiate

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Facili passeggiate

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Mangiare & Bere

Cultura

Alla Homepage