I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Cavalazza

Primiero
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Cavalazza

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:30 h
  • Distanza
    7.1km
  • Dislivello
    410 m
  • Dislivello
    410 m
  • Altitudine Max
    2282 m
Ai valichi della catena del Lagorai si potrebbe dimostrare la presenza umana, che risale al Paleolitico, cioè fino a 40.000 anni prima della nostra epoca. Questi transiti si sono probabilmente protratti per un periodo di quasi 20.000 anni. Solo la glaciazione iniziale dell'ultima grande era glaciale ha fermato questa possibilità. Dopo che le enormi masse di ghiaccio si sono sciolte 10.000 anni fa, è stato possibile penetrare di nuovo nella zona. Ispirati dal casuale ritrovamento di una punta di selce lavorata, iniziarono gli scavi scientifici sulle rive dei due laghi di Colbricon. Sono stati rinvenuti nove luoghi di sosta, dove sono stati rinvenuti attrezzi del periodo mesolitico. La pietra focaia è un ciottolo, comunemente noto anche come pietra focaia, che forma spigoli estremamente taglienti ed è stato utilizzato per fare utensili da taglio e armi. Probabilmente la materia prima è stata portata qui e lavorata in loco. Durante questo periodo lo stile di vita cambiò radicalmente a causa del rapido riscaldamento, che fu caratterizzato anche dal miglioramento della caccia e della pesca della selvaggina e quindi dal passaggio alla sedentarietà.

Itinerario

Da Malga Rolle (circa 1890 m) si attraversa la strada del Rollepass, per cui il sentiero sul lato opposto scende in breve tempo alla stazione a valle dell’impianto di risalita per Tognazza. Da qui un sentiero di partenza conduce a destra, al segnavia 348, al Rifugio Colbricon (1927 m). Sulla riva del più grande dei due laghi, appena dietro la baita, il sentiero si dirama a sinistra (1955 m – segnavia) e poi sale ripidamente lungo le falesie della cresta occidentale. Raggiunge nuovamente altipiani pianeggianti, sui quali si attraversa più avanti verso la cima della Cavalazza. La salita fino al punto più alto (2324 m) è diversa da questa salita di attraversamento. L’ulteriore attraversamento conduce al versante orientale e scende attraverso serpentine in una piccola valle. Sul lato opposto, il sentiero inizia una leggera salita e si snoda fino alla cima della Cavalazza Piccola. Subito di fronte il sentiero si divide, a sinistra il sentiero prosegue nel senso del nostro sentiero circolare. A destra, un sentiero meno ripido conduce su una stretta scogliera; è semplicemente assicurato da una corda, tocca un ingresso di caverna e poi gira a sinistra per raggiungere il punto più alto della Cavalazza Piccola (2310 m). Al ritorno si può tenere la sinistra dopo la prima discesa e ritornare al sentiero originale, che si prosegue verso nord-est, verso il Passo Rolle. Raggiungiamo un bivio, dove giriamo a sinistra e ora, sempre prestando attenzione alle indicazioni, entriamo in una zona confusa che corre sotto l’ascensore. Proseguire nella direzione prescelta prima che la pista si immerga in una pista da sci sopra il Passo Rolle. Oltre questo si scende in direzione del passo, dove si incontra una strada sterrata, da cui si scende di nuovo a sinistra, su un’altra pista da sci per la stazione a valle ben noto. Superarlo e svoltare a destra lungo il noto sentiero fino al punto di partenza di Malga Rolle.

Inizio dell'itinerario

Malga Rolle, alla strada del passo Rolle

Arrivo dell'itinerario

Malga Rolle, alla strada del passo Rolle

Parcheggio

Malga Rolle, alla strada del passo Rolle

Trasporto pubblico

Arrivo

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Mangiare & Bere

Cultura