I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Al rifugio Bella Vista

Senales Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Al rifugio Bella Vista

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:30 h
  • Distanza
    8.9km
  • Dislivello
    810 m
  • Dislivello
    810 m
  • Altitudine Max
    2826 m
Dal rifugio numerose escursioni per allenati e per coloro che hanno esperienze alpine sulle cime circostanti.

Itinerario

Da Maso Corto (2011 m) seguire sempre la marcatura 3 sul vecchio sentiero "Hüttenweg" attraverso la valle Oberbergtal e attraverso i pendii sotto la punta delle Frane in salita fino al "Stueteben" e in lieve salita attraverso i pendii in direzione nord fino al rifugio (2842 m); da Maso Corto 2:30 ore. In alternativa è possibile usare la comoda Funivia Ghiacciai Val Senales, la quale supera un dislivello di ben 1.201 metri in soli sei minuti. - Si ritorna sulla via dell'andata.

Variante

Maso Corto si prende la Funivia Ghiacciai Val Senales che porta alla più alta stazione a monte dell’Alto Adige (3.212 m). Da qui, seguendo il sentiero n. 3, si arriva al rifugio Bella Vista (2.842 m).

Inizio dell'itinerario

Maso Corto

Arrivo dell'itinerario

Maso Corto

Parcheggio

Maso Corto

Trasporto pubblico

Con il treno della val Venosta fino a Naturno e con l'autobus fino a Maso Corto.

Arrivo

Attraverso la val Venosta fino a Naturno e in val Senales fino a Maso Corto.

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

  • Dummy Avatar

    Luciana Coletti

    Ho fatto il bellissimo percorso a piedi sia all'andata, che al ritorno. Al rifugio il paesaggio é davvero meraviglioso. Ottima la cucina. Ho incontrato molte persone che sono salite con la funivia, per poi scendere a piedi. É importante non sottovalutare i percorsi in discesa su sentieri del genere. Scendere non é piú facile che salire. Salire, ma ANCHE scendere, richiede forza, stabilitá nelle gambe e attenzione a dove e come si mettono i piedi. Ho incontrato molte persone con le scarpe da passeggio, da cittá. É assolutamente necessario non trascurare l'importanza di avere scarpe da montagna con un buon profilo. Farlo con le scarpe non adatte puó rendere l'esperienza molto impegnativa e faticosa. Anche dei bastoncini telescopici aiutano a salvaguardare le ginocchia nel lungo percorso, a maggior ragione in discesa.

Dove dormire

Natura

Alla Homepage