I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

A Malga Bocche e al lago

Primiero
facile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour A Malga Bocche e al lago

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    0:40 h
  • Distanza
    8.7km
  • Dislivello
    110 m
  • Dislivello
    110 m
  • Altitudine Max
    1963 m
Un nuovo impianto a fune, una bella strada panoramica

Itinerario

L’ escursione a malga Bocche è facile ed estremamente panoramica. Si inizia guadagnando facilmente quota grazie alla nuova cabinovia che dalla località Castelir porta decisamente in quota, sui prati di Morea (1997m). Castelir è posta poco dopo Bellamonte, in val Travignolo, ed è dotata di ampi parcheggi, anche perché in periodo invernale è un’apprezzata area sciistica. Giunti alla stazione a monte degli impianti si trova una bella strada forestale che, verso nord-ovest, consente di raggiungere facilmente e con lieve salita le praterie alpine di passo Lusia. Verso est invece, ed è la direzione da prendere per questa camminata, lo sterrato forestale prosegue dapprima in piano e poi in leggera discesa. Raggiunge rapidamente i prati della località Cànvere (1997m) dai quali si gode un’ampia panoramica verso la catena di Lagorai. Poi inizia a scendere, con pendenza più accentuata, calando in un bellissimo bosco. La caratteristica di attraversare un’area boschiva è particolarmente apprezzata d’estate, perché gli alberi forniscono una gradita ombra agli escursionisti. La discesa è continua fino ad incrociare il piccolo vallone del rio di Costagnella. Poi lo sterrato prende a salire e, riguadagnato un modesto dislivello, valutabile in poche decine di metri, tocca la meta costituita dalla grande malga di Bocche, perfettamente attrezzata come apprezzato posto di ristoro, anche con prodotti tipici. Dalle praterie alpine di Bocche la vista si apre sull’intero passo Rolle e sulle cime di Colbricon che costituiscono l’estremità est della Catena del Lagorai. Ma anche, e soprattutto, sulla splendida infilata delle Pale di San Martino ai piedi delle quali, in primo piano, si fa notare la malga Iuribello (possibile meta di un’altra bella gita, vedi itinerario n.13). Il rientro avviene sul percorso di andata (richiede circa 1 ora, fino alla cabinovia).

Inizio dell'itinerario

Staz. a monte cabinovia

Arrivo dell'itinerario

Malga Bocche

Specificazione

Dall’area in quota presso il lago di Bocche, là dove l’escursionista può incontrare molti resti di trincee e ricoveri risalenti alla Grande Guerra 1915-’18, lo sguardo spazia sull’intera valle del Travignolo. I costoni del cosiddetto ‘’teatro di Bocche’’ e la montagna furono teatro, negli anni 1915, 1916 e parte del 1917, di sangui­nosi scontri tra i Kaiserjaeger austriaci e le brigate Tevere e Basilicata della fanteria italiana. La montagna conserva ancora numerosi resti delle formidabili opere militari che furono allestite dall’esercito austro-ungarico per quella che fu definita la cortina difensiva di Bocche. A mezza costa verso est, lungo il crinale che dal lago sale a cima Bocche, era situato il cosiddetto Ausguck, un importante osservatorio militare austriaco che fu preso d’as­salto dagli italiani, perso, riconquistato e ancora perso. Alle sue spalle, un impluvio in cui giacevano i caduti in battaglia venne battezzato Canalone degli scheletri.

Parcheggio

Parcheggio presso staz. a valle cabinovia, a Castelir

Trasporto pubblico

Arrivo

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Panorami Dolomitici Entusiasmanti. 32 gite facili in Fiemme e Fassa, Val d'Ega e Primiero

Tab per le foto e le valutazioni