I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

6 L’itinerario della Guerra

Vallagarina-Rovereto
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 6 L’itinerario della Guerra

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    1:00 h
  • Distanza
    2.8km
  • Dislivello
    90 m
  • Dislivello
    90 m
  • Altitudine Max
    283 m
Poco a sud di Rovereto, sull’antica via imperiale c’è Lizzanella (189 m), frazione di Rovereto ormai contigua a quella di Lizzana (già stazione di posta, poi ospizio medioevale); a nord di Rovereto, invece, c’era quello di Sant’Ilario, trasformato in lebbrosario, monastero – chiesa con tracce di affreschi di età romanica – nobile residenza, oggi abitazione privata, in parte prossimo B&B.

Itinerario

All’altezza della chiesa di Sant’Antonio, una strada in salita, poi sterrata, termina sul colle (304 m) dove oggi s’eleva l’austero Ossario di Castel Dante. Qui sorgeva il Castello di Lizzana dei Castelbarco, un tempo tra i più estesi complessi del Trentino, del quale rimane visibile solo un mozzicone di muraglia e una cisterna; quasi di fronte il castello di Pradaglia controllava il guado sull’Adige, fino a quando venne distrutto nel 1508 dalle truppe di Massimiliano I. Il castello sul finire dell’Ottocento – in piena sfera irredentista – prese il nome di Castel Dante. La tradizione popolare, infatti, vuole che il poeta Dante Alighieri, nel 1302/03 fosse ospitato nel castello da Guglielmo di Castelbarco, suo feudatario e amico di Cangrande della Scala di Verona. Osservando la frana postglaciale dei poco distanti Lavini di Marco, Dante avrebbe tratto ispirazione per scrivere la Divina Commedia, come confermerebbe il verso dell’Inferno (canto XII) – … qual è quella ruina che / nel fianco di qua da Trento, / l’Adice percosse o per / tremoto o per sostegno / manco che da cima del monte / si mosse … – oggi inciso su una lastra di pietra visibile lungo la strada statale all’altezza di Marco.

Il solenne Ossario, eretto (1936 – 1938) in memoria di oltre 20mila soldati italiani e austriaci, cecoslovacchi e ungheresi, noti e non, caduti durante la Prima guerra mondiale (le spoglie sono state qui traslate da vari cimiteri di guerra), è una costruzione a cilindro a due piani; al piano superiore si trovano l’altare e le tombe di Damiano Chiesa e Fabio Filzi (con Cesare Battisti, sepolto nel mausoleo sul Doss Trento, sono riconosciuti come i tre «eroi» dell’Irredentismo); al piano terra una lapide e una fiamma perenne ricordano le Medaglie d’oro della Legione Trentina. Al cancello d’ingresso, le trincee dei fanti della Brigata Aquila che qui avevano conquistato la posizione nel dicembre 1915. Dal piazzale dell’Ossario si prosegue su via Castel Dante fino al santuario della Madonna del Monte (1602/03), eretto attorno a un antico tabernacolo e oggi tenuto dai Missionari della Consolata; vicino è il tempietto poligonale in pietra bianca del Mausoleo della nobile famiglia Tacchi (1862). Qui c’è la cappella del Cristo Morto, l’ultima stazione di una Via Crucis che va a costeggiare via Madonna del Monte fino alle porte della città (cartelli «Roverunning.it», percorso n. 5). Si imbocca via F. Depero quindi via Grottole che scende a Lizzanella su via Verona nei pressi dell’ex Filanda Bettini (incrocio con via Filatoi), oggi in parte trasformata in abitazioni e individuabile nel monumentale portale in pietra con cimasa (civici nn. 48 – 58): qui venne utilizzato il primo macchinario a vapore (42 caldaiole e altrettanti comignoli). Sotto l’edificio una rete di canali sfrutta le sorgenti che escono dalla montagna alle sue spalle.

Inizio dell'itinerario

Lizzanella

Arrivo dell'itinerario

Lizzanella

Specificazione

Sacrario dei Caduti di Castel Dante:

Colle di Castel Dante tel. 0464 432480; chiuso lunedì e festivi; proprietà del Ministero della difesa; registro nomi dei soldati sepolti consultabile in loco

Parcheggio

Lizzanella

Trasporto pubblico

Arrivo

Da Rovereto-Stazione FS autobus urbano nn. 1, A fino a Lizzanella.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Le più belle gite: Rovereto e dintorni con Gresta, Brentonico, Pasubio e Folgaria

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Shopping

Alla Homepage