I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

39 Da Baselga del Bondone a Vezzano

Valle d'Adige - Trento
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 39 Da Baselga del Bondone a Vezzano

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:00 h
  • Distanza
    9.5km
  • Dislivello
    420 m
  • Dislivello
    430 m
  • Altitudine Max
    825 m
Nei primi secoli dopo il Mille il centro pievano del territorio di Sopramonte era la Pieve della Madonna dell’Assunta di Baselga del Bondone, individuabile nell’austero campanile a cuspide piramidale che s’innalza nel rione di Villa. La porzione oltre il Rio Molino, da dove parte questo itinerario, è invece il Doss, segnato da diversi palazzi del Settecento. Il bosco che si va ad attraversare lungo le pendici occidentali del Monte Bondone durante il Medioevo apparteneva alla comunità di Baselga del Bondone che lo condivideva col Comune di Trento: una Carta di Regola ne stabiliva i diritti territoriali e cercava di limitarvi le aspre contese. E sempre sul Bondone, e più precisamente nella piana delle Viotte, dagli inizi del secolo scorso si raccoglie il fieno per la fitobalneoterapia, una cura contro malattie reumatiche e dolori articolari; ancor oggi la si pratica qui a Vigolo Baselga e a Garniga Terme sul versante opposto del Bondone (vedi itinerario 26). Sia Vigolo che Baselga rientrano nel comune di Trento.

Itinerario

Dalla Pieve di Baselga del Bondone (557 m), si procede verso via dei Casai e, presso una cappelletta affrescata (1761), s’inizia a salire attraverso il bosco lungo una strada forestale; in un continuo saliscendi panoramico sulla piana di Terlago e sul Monte Gazza si tagliano le pendici del Doss Cuc (774 m), dove leggende parlano di un misterioso castello. Dalla faggeta, passando a un bosco di conifere, si supera l’incrocio con la strada che sale all’eremo di Sant’Anna di Sopramonte; poi la strada diventa una ripida mulattiera in discesa tra le rocce calcaree segnate dall’azione dell’acqua, fino a capitare (ore 2.15) sulla S.S. 45Bis (458 m), poco a monte di Vezzano. Si attraversa la statale e si scende in pochi minuti al Bar Al Bersaglio (cell. 335 7048993); da qui le indicazioni per il «Sentiero geologico A. Stoppani» guidano (ore 0.15) alla località Il Bersaglio. Si prende quindi a ritroso la S.S. ricalcando la pista ciclopedonale tra campagna e frutteti e in parte il «Sentiero dei 7 passi» di Vezzano. Si superano il Ristorante Al Vecchio Mulino attrezzato per la pesca sportiva nel suo piccolo specchio lacustre (visite guidate al vigneto biologico, tel. 0461 864277) e un maneggio di cavalli e si giunge così a Vigolo Baselga (491 m), sviluppato su una collina rocciosa. Attraversata la statale si risale a Baselga del Bondone lungo la vecchia strada che univa i due paesi (ore 1.15).

Variante

Dalla località Il Bersaglio possibilità di inserirsi sul «Sentiero geologico A. Stoppani» (tabelle informative, 3 ore per il giro completo) poi autobus extraurbano n. 204 per Baselga del Bondone o per Trento.

Inizio dell'itinerario

piazza della chiesa (parcheggio)

Arrivo dell'itinerario

piazza della chiesa (parcheggio)

Parcheggio

piazza della chiesa (parcheggio)

Trasporto pubblico

da Trento / Piazza Dante autobus n. 6

Arrivo

da Trento sulla S.S. 45Bis fino al bivio per Baselga del Bondone (9 km)

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Le più belle gite: Trento e dintorni con Calisio, Marzola, Vigolana e Bondone

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Mangiare & Bere