I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

39/4 Rifugio Tonolini 2437 m – Laghi Gelati 2783 m – Rifugio Gnutti 2183 m

Giudicarie
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 39/4 Rifugio Tonolini 2437 m – Laghi Gelati 2783 m – Rifugio Gnutti 2183 m

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    1:45 h
  • Distanza
    4.0km
  • Dislivello
    100 m
  • Dislivello
    340 m
  • Altitudine Max
    2426 m
Rifugio Tonolini – Laghi Gelati – Passo del Gatto – Rifugio Gnutti

Itinerario

Dalla baita sulla sinistra si scende al Lago Baitone. La prima lastra di roccia più ripida è assicurata, poi si prosegue semplicemente in discesa. Dopo ½ ora si raggiunge il Rifugio Baitone presso il invaso. Il percorso prosegue in discesa passando davanti ad alcuni edifici. Il sentiero di ordito è ben marcato. Esso conduce a sinistra vero il ripido versante meridionale del Corno del Lago e il Passo del Gatto (2103 m, sorgente), il punto più profondo del sentiero, a 1 ora dal Rifugio Tonolini. Sull'altro lato del canale si sale su un terreno ripido (assicurazione). Più tardi, in prati pianeggianti, si passa davanti a un'impressionante rovina bellica e si arriva al Rifugio Gnutti sulle rive del lago Miller, a circa ½ ora dal Passo del Gatto.

Variante

Dal Rifugio Tonolini verso i Laghi Gelati: l'escursione conduce su un terreno roccioso, selvaggio e solitario. Con un po 'di fortuna, si possono incontrare capricorni. L'orientamento non è facile, quindi è necessaria una buona visibilità, dato che il sentiero non è segnalato. Con il bagaglio si prosegue lungo il percorso 50 fino all'uscita del Lago di Rotondo e lungo la riva. Attraverso un canale fino al Lago Lungo e lungo L’affluenza in salita. Al bivio sulla strada, dopo 1 ora, proseguire in salita sul sentiero 50 a destra. Dopo pochi minuti il terreno diventa pianeggiante. Non c'è alcun sentiero che attraversa la zona di ghiaia a nord. Dopo circa ¼ d'ora si raggiunge l'alto Lago Gelato Est (2783 m) attraverso le sezioni glaciali e le placche. Dirigendosi verso sud, verso il sentiero 50, si rimane in direzione ovest e si attraversa il terreno roccioso, brullo ma facile, ancora privo di strade. Circa ½ ora dopo il lago orientale si raggiunge il lago occidentale (2761 m). All'estremità orientale del sentiero si trovano dei sentieri poco visibili (segnavia 49, cairns) che scendono fino all'incrocio. Il Rifugio Tonolini si raggiunge nuovamente in circa 1 ora dal lago attraverso il sentiero di salita.

Inizio dell'itinerario

Rifugio Tonolini

Arrivo dell'itinerario

Rifugio Gnutti

Parcheggio

Trasporto pubblico

Arrivo

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage