I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

37 Da Castione a Sano

Vallagarina-Rovereto
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 37 Da Castione a Sano

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    1:30 h
  • Distanza
    4.4km
  • Dislivello
    250 m
  • Dislivello
    240 m
  • Altitudine Max
    525 m
L’Altopiano di Brentonico risulta assai interessante sotto il profilo geo-morfologico; oltre agli aspetti legati al carsismo (i karren, campi carreggiati di Saccone e Corné), vanno ricordati i calcari rossi ricchi di ammoniti del Monte Giovo (a Brentonico è visitabile il Museo del fossile), ma soprattutto le cave di marmo di Castione. Queste, sfruttate dal XVI al XVIII secolo, rimasero in parte attive fin verso la metà del Novecento, tanto che la loro impronta ha segnato molti abitati dell’altopiano (cornici delle finestre, portali, fontane). Alcune si possono ancora vedere (inattive) lungo la strada che da Castione porta al Centro Raccolta Materiali, con i segni dei tagli della roccia e le pietre nei tenui colori del verde, giallo, ocra. Questo marmo, piuttosto tenero quindi facilmente lavorabile, a Castione ha dato vita a scuole di «maestri tagliapietra» – famosi gli scultori Benedetti e i Sartori (XVII –XVIII sec.) – che in epoca barocca diffusero la loro arte (altaristica) nel Nord Italia e in Austria.

Itinerario

Si parte da Castione (520 m), raccolta fra l’omonimo dosso e il Monte Giovo; dissetati alla fontana della piazza dove un tempo andavano le donne a lavare i panni, si prende la strada che passa sotto la chiesa di San Clemente superando l’edificio che agli inizi del Novecento fu sede della Società di Abbellimento preposta al decoro della comunità. Si continua su asfalto tra i vigneti; alzando lo sguardo si individuano i paesi della Val di Gresta – Manzano, Nomesino, Valle San Felice – affacciati sul versante opposto. Giunti a un bivio con capitello si tiene la destra (a sinistra il tracciato prosegue per Loppio) e si scende a Sano, frazione di Mori (268 m; ore 0.40). Raggiunta la piazzetta si rientra prendendo la strada asfaltata – indicazioni «Crosano F14 per bike» – che sale tra vigneti fiancheggiata da alti muretti. Dopo un po’ si lascia il bivio a sinistra per Crosano (Brentonico) e si continua in salita entrando nella «zona del castagno» (boschi di marroni). Giunti alla chiesetta di San Rocco, ampliata come voto di ringraziamento nel 1836 e custode di un bel altare in marmo, pochi minuti e si è di nuovo a Castione (ore 0.40).

Variante

Da Sano, scendendo lungo la strada comunale che porta in valle, si raggiunge la grotta del Colombo nella parete rocciosa del Doss Castión (ore 0.15; area attrezzata, pannelli informativi). Scoperta dall’archeologo roveretano Paolo Orsi nel 1881, che datò la sua frequentazione all’età del Bronzo (fine III millennio a. C.), venne usata anche come luogo di sepoltura. I suoi reperti, come un brassard da arciere, un pendaglio in osso, un’accetta in pietra levigata … sono conservati al Museo Civico di Rovereto.

Inizio dell'itinerario

Castione, piazza della chiesa (parcheggio)

Arrivo dell'itinerario

Castione, piazza della chiesa (parcheggio)

Parcheggio

Castione, piazza della chiesa (parcheggio)

Trasporto pubblico

da Rovereto-Stazione FS autobus extraurbano n. 305

Arrivo

da Rovereto sulla S.S. 12 fino al bivio per la S.S. 240 fino a Mori quindi S.P. 3 fino a Castione (12,7 km)

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Le più belle gite: Rovereto e dintorni con Gresta, Brentonico, Pasubio e Folgaria

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Shopping

Alla Homepage