I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

33 Corna Piana

Vallagarina-Rovereto
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 33 Corna Piana

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:15 h
  • Distanza
    8.4km
  • Dislivello
    350 m
  • Dislivello
    350 m
  • Altitudine Max
    1683 m
Dilo con i fiori! Con fiori alpini in questo caso, ma questo non significa che si dovrebbe raccogliere le colorate piccole attrattive. Al contrario, la ricca flora dell'Orto botanico è un tesoro da conservare. Per questo motivo la zona di Corna Piana è sotto tutela dal 1972. Naturalmente non tutti i fiori del Monte Baldo (oltre 500 specie!) sono raccolti in un'area di 150 ettari; questo non è possibile con l'altitudine del "Giardino" (1360 - 1736 m). Ma questo non impedirà agli amanti della natura di visitare il "corno piatto" (Corna Piana), preferibilmente tra la metà di maggio e la fine di giugno. Poi qui profuma e fiorisce, i pascoli alpini di Bes sono ricoperti di macchie di colore. Già all'inizio dell'anno sboccia il fiore ornamentale di Kerner (Callianthemum kerneranum), un vero endemita; dalla fine di maggio Affodil (Asphodelus albus) e - bellissima intorno alla Bocca di Navene - fioriscono peonie (Paeonia officinalis), poi si seguono tutte le primule (compresa la magnifica primula), genziane, gigli (mazzo turco, gigli paradisiaci e altro), si scoprono - naturalmente - anche stelle alpine e fiori di cavolo. Un'altra specie alpina meridionale, la Physoplexis comosa, ha i suoi unici siti del Monte Baldo più a sud, sulla Cima Valdritta e verso Punta Telégrafo.

Itinerario

Il tour inizia da una piccola area pic-nic (1329 m), dove un cartello indica il “Sentiero delle Vipere”. Nel bosco si sale rapidamente all’impressionante cintura rocciosa che circonda il vasto pascolo alpino di Bes come una fortezza per quasi tre chilometri. Si infilano due piccoli gradini di roccia in una striscia di erba, poi seguire il sentiero in salita (funi metalliche) fino a quando si vede uno spazio nel muro a sinistra. A zigzag fino all’uscita Mini-Ferrata ai margini dell’alpeggio Bes (ca. 1530 m). Dalla bella zona di riposo (muro di pietra) si domina anche l’altro modo. Si scende dolcemente attraverso i prati fino al maestoso rifugio (1506 m), poi si taglia il versante sud-est della Corna Piana, coperto di rocce, che sale a sinistra. Attraverso l’ampio crinale occidentale – oltre i resti della Prima Guerra Mondiale – si raggiunge la vetta (1736 m). Poco prima del punto più alto, il sentiero si dirama. L’unico versante settentrionale moderatamente ripido e parzialmente boscoso è quello che scende in una conca verde. Dietro si risale brevemente, poi la traccia, a volte non molto chiara, scende ripida fino alla Bocca del Creer (1617 m) con il Rifugio Graziani. Dalla tacca un sentiero un po’ accidentato conduce al prato della lunga malga abbandonata di Pasna. Qui si arriva ad una strada commerciale che riporta a Malga Bes (1506 m) senza notevoli dislivelli. Attraversare il sentiero di salita e scendere dolcemente lungo la strada alpina fino alla “Strada Graziani”. Sul manto d’asfalto si ritorna a San Valentino.

Inizio dell'itinerario

San Valentino (1311 m)

Arrivo dell'itinerario

San Valentino (1311 m)

Parcheggio

Parcheggio disponibile

Trasporto pubblico

Arrivo

Dall'autostrada del Brennero (uscita "Rovereto Sud - Lago di Garda Nord") verso Mori, poi su la strada serpeggiante ben sviluppata via Brentonico fino alla località di villeggiatura San Valentino (1311 m) allo spartiacque per la Valle dei Molini.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni