I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

28 Weg der Steine – »La Via della Pietra«

Giudicarie
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 28 Weg der Steine – »La Via della Pietra«

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    5:00 h
  • Distanza
    10.4km
  • Dislivello
    630 m
  • Dislivello
    630 m
  • Altitudine Max
    1031 m
L'impressionante escursione conduce in pochi punti con terreni coltivati o già abbandonati alle rovine che solo mezzo secolo fa facevano un uso intensivo del sistema depositi rocciosi della Valcamonica. Conduce alla cava di marmo "Dosso degli Areti, noto per i suoi giacimenti minerari. Fin dall'istituzione del Parco dell'Adamello, la raccolta è stata vietata. Presto si raggiungono le rovine di Case Mignon. Le aziende agricole sono state abbandonate qualche tempo fa, l'area è incolta. Un'antica mulattiera conduce in Val Paghera alla cava di granito nei pressi di Piazze e alle case che la maggior parte delle quali sono state ristrutturate come appartamenti per vacanze a Gheza. Interessante e il sentiero naturalistico "La Via della Pietra", opuscolo disponibile in loco presso gli uffici del turismo (in lingua italiana). La descrizione usa la segnaletica e nel file Opuscolo dei toponimi utilizzati. Questi si discostano dai parametri dei nome della mappa della bussola su cui non è segnato il percorso.

Itinerario

Dal parcheggio seguire la via Sommavilla in salita prendere la prima strada a sinistra fino ad un muro a secco. Da qui (cartelli) a destra per la stradina in alto. Dopo pochi minuti si imbocca la mulattiera (indicazione "Bial dé le Cavre"). Questo accorcia un lungo tornante. Sempre sulla strada a sinistra e in ½ ora fino alle case della Negola (area pic-nic, fontana, tabellone informativo). Pochi minuti dopo, ad un incrocio, i cartelli puntano a sinistra. Questo percorso dura circa 20 minuti per raggiungere un altro incrocio con una piccolo pilone votivo. Attraverso il sentiero di destra in ¼ d'ora si raggiungono le case di Servil (fontana). Proseguire sulla mulattiera. Dopo circa un ¼ ora si raggiunge la cava di marmo sopraelevata "Dosso degli Areti" (tabellone informativo), a circa 1 ora e ¾ da Braone. Da qui la mulattiera conduce in ¾ d'ora alle Case Mignone tra ampi tornanti. Qui svoltare a sinistra. La mulattiera scende solitamente nel versante vallivo della Val Paghera. Infine su la un po' più ripida discesa verso la cava di granito, completamente ricoperta di vegetazione, nei pressi di Piazze (tabelloni informativi) e delle case di Gheza, circa 1 ora attraverso la stradina di ritorno al pilone votivo in circa 1 ora e circa ¼ d'ora lungo il percorso fino al punto di ristoro nei pressi di Negola. Pochi minuti dopo sotto a destra (indicazione "Camminata alta verso Poia") su un piccolo sentiero. Dopo 5 minuti si raggiunge la vecchia strada che da Braone porta a Poia, nel frattempo chiusa al traffico. Attraversare la stradina a sinistra in circa ¼ d'ora fino al parcheggio di Braone.

Inizio dell'itinerario

Braone, parcheggio al Torrente Palobbia

Arrivo dell'itinerario

Braone, parcheggio al Torrente Palobbia

Parcheggio

Parcheggio al ponte sopra il Torrente Palobbia

Trasporto pubblico

Arrivo

Da Brescia attraverso la Valcamonica fino al Braone. Parcheggio e tabellone informativo presso il ponte sul Torrente Palobbia.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage