I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

27 Da Aldeno a Zobbio

Valle d'Adige - Trento
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 27 Da Aldeno a Zobbio

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:00 h
  • Distanza
    5.5km
  • Dislivello
    540 m
  • Dislivello
    540 m
  • Altitudine Max
    766 m
Grosso centro agricolo che sfrutta la fertile pianura dell’Adige, Aldeno è rinomato per i vitigni di Merlot e per le mele (Consorzio La Trentina); un tempo vi era diffusa la raccolta di piante officinali quali l’assenzio e il farfaraccio utilizzato contro la tigna nei bambini e la coltivazione del gelso, così come compare sull’araldo comunale. In campo sportivo Aldeno primeggia nel gioco del tamburello: da oltre 80 anni fa parte della Federazione Italiana Palla Tamburello, sport qui praticato già alla fine dell’Ottocento quando lo si giocava nella piazza della chiesa.

Itinerario

dalla chiesa di Aldeno (211 m) dedicata a San Modesto (1767–1776), eretta anche con il contributo in denaro dell’imperatore Francesco Giuseppe, si sale tenendosi sulla sinistra orografica del Torriente Arione che taglia in due il paese, fino ad attraversare la S.P. dove compare l’indicazione «Sentiero del Perch – G arniga Terme», una stradina interpoderale tra vigneti (Strada dei Vignai). Panoramici sui tetti di Aldeno e su la Tor, il campanile superstite dell’antica chiesa di San Zeno, si arriva in località Ziso (326 m), quindi alla zona più pianeggiante Clap (489 m; cappella della Madonìna), dove gli animali da tiro potevano riposare prima dell’ultima forte salita per raggiungere Garniga. La mulattiera si fa strada forestale nel bosco ceduo, supera il capitello della Madonna con Bambino e un vetusto cippo confinario tra il comune di Cimone e quello di Garniga. Si procede sulla vecchia strada per Garniga Terme accompagnati dal gorgoglio dell’acqua della Roggia di Garniga. Usciti da questa valletta, al Caputèl de la Peschiera (697 m) – forse in ricordo di un laghetto – si prosegue per Zobbio / Zobio (784 m; ore 1.45). Al ritorno, poco a valle delle case, un bivio a destra (sentiero Sat n. 630) scende ripido; giunti all’indicazione «Chiesetta Postal» la si segue raggiungendola (l’indicazione opposta per Maso Barbagner guida diretta ad Aldeno): la cappella affacciata sulla valle venne eretta quale ex voto per lo scampato colera (1854). Si prosegue sempre sul 630 zigzagando nel bosco; al bivio per Cimone, dove è stata ricostruita una calcara (tabella didattica), si piega a sinistra entrando in una galleria e costeggiando la forra dell’Arione. Si è in località Molini, i cui opifici hanno smesso di funzionare poco prima della Grande Guerra. Si arriva calpestando i ciottoli di fiume del vecchio selciato a un crocifisso ligneo che suggerisce di «Non aver fretta, fermati e prega» (ore 1.15).

Variante

Dal Caputel de la Peschiera si prosegue per Garniga Terme fino al Doss dei Nozi, dove s’erge la chiesa di Sant’Osvaldo (ore 0.30; per la visita contattare parrocchia). Nominata per la prima volta nel 1377 in occasione di un’indulgenza, venne abbellita con sacrificio dalla comunità che commissionò ai rinomati lapicidi Sartori di Castione di Brentònico due grandi altari barocchi; questi vennero poi trasferiti nella nuova chiesa parrocchiale dedicata al Sacro Cuore (1940). I resti di un muro a limitare l’antico sagrato e il cimitero completano il fascino di quest’angolo di religiosità, ben visibile dal fondovalle anche di notte grazie a una suggestiva illuminazione.

Inizio dell'itinerario

Aldeno, piazza della chiesa (parcheggio)

Arrivo dell'itinerario

Aldeno, piazza della chiesa (parcheggio)

Parcheggio

Aldeno, piazza della chiesa (parcheggio)

Trasporto pubblico

Trento / Stazione autobus extraurbano n. 302

Arrivo

da Trento sulla S.P. 90 fino ad Aldeno (13 km)

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Le più belle gite: Trento e dintorni con Calisio, Marzola, Vigolana e Bondone

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage