I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

26 Da Garniga Terme a Malga Albi

Valle d'Adige - Trento
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 26 Da Garniga Terme a Malga Albi

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:45 h
  • Distanza
    8.0km
  • Dislivello
    460 m
  • Dislivello
    460 m
  • Altitudine Max
    1267 m
Sulle pendici orientali del Monte Bondone, a sud di Romagnano, si distende Garniga, un insieme di vecchi masi, frutto della colonizzazione medioevale tedesca di minatori chiamati dal principe vescovo di Trento, che oggi si affiancano a moderne villette e a rustici casolari ristrutturati. Una leggenda vuole che il nome Garniga derivi dal tedesco Gar Nichts, «assolutamente niente» in lingua tedesca, che è quanto dicevano i minatori non trovando qui alcun minerale da estrarre. Il paesaggio, un altopiano mosso da numerosi corsi d’acqua (energia in passato per mulini e fornaci), da prati falciabili e da boschi sfruttati per fare il carbone di legna, è noto per l’aria salubre e la cura dei bagni di fieno, un aspetto termale che recentemente sta vivendo nuovi impulsi turistico-economici anche grazie a moderne strutture.

Itinerario

Da Lago di Garniga Terme (810 m), zona umida ora valorizzata (parco giochi), si segue la S.P. 25 (indicazioni «Sentiero Malga Albi») direzione Viotte per un centinaio di metri, quindi s’imbocca il sentiero a sinistra che porta a Gatter (884 m; 1 ora), pochi rustici circondati da campi e panoramici sulla Valle dell’Adige. Imboccato qui il sentiero Sat n. 630 che sale da Zobbio, altro antico agglomerato appartenente a Garniga, lo si segue fino alla meta, Malga Albi (1265 m), tagliando in parte la strada asfaltata attraverso i prati di Perdiana (ore 1.15). Posta nella omonima conca che ha sullo sfondo il gruppo delle Tre Cime del Monte Bondone, Malga Albi è stata recentemente ristrutturata per offrirsi a un turismo oggi sempre più esigente. Vi vengono organizzati appuntamenti culturali, musicali, gastronomici; offre possibilità di percorsi con le racchette da neve o con la mountain bike. Oltre alle vacche che pascolano tranquille, nel baito vi sono «da coccolare» gli animali da fattoria. Nel rientrare si ricalca per un centinaio di metri la strada dell’andata fino a imboccare il sentiero in discesa n. 5 «Sentiero dei Pezi», anche noto come il Sentér de la Càora, in ricordo sempre dell’attività pastorale, che riporta a Garniga tagliando boschi e prati (ore 1.30).

Variante

Da Malga Albi il sentiero prosegue al Bivacco P. Larentis (1448 m; ore 0.40): qui inizia il sentiero alpinistico «degli Sparavei» che sale sulla Cima Verde del Bondone (2102 m; ore 2).

Inizio dell'itinerario

frazione Lago di Garniga Terme (parcheggio)

Arrivo dell'itinerario

frazione Lago di Garniga Terme (parcheggio)

Parcheggio

frazione Lago di Garniga Terme (parcheggio)

Trasporto pubblico

Trento / Stazione autobus extraurbano n. 302

Arrivo

da Trento sulla S.P. 90 fino ad Aldeno; da qui con la S.P. 25 fino a Garniga Terme (17 km)

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Le più belle gite: Trento e dintorni con Calisio, Marzola, Vigolana e Bondone

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage