I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

20 Da Mattarello a Ronchi

Valle d'Adige - Trento
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 20 Da Mattarello a Ronchi

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    2:00 h
  • Distanza
    3.6km
  • Dislivello
    180 m
  • Dislivello
    170 m
  • Altitudine Max
    379 m
Pochi chilometri a sud di Trento, sul conoide formato dal Rio Valsorda, si distende Mattarello. Qui, alta sul fondovalle per via delle ischie paludose dell’Adige, passava l’importante strada romana Claudia Augusta Padana (46 d. C.). Sul tracciato, oggi via Garibaldi e via Diaz si affacciano le vecchie case con le corti interne, mentre a Mattarello di Sopra si distingue un edificio con quattro torri angolari circolari: è il castello della Torre Franca – compare anche sullo stemma del paese – un tempo posto «franco» su questa strada medioevale che dalla Valle dell’Adige guidava in Valsugana. Saccheggiato nel corso dei combattimenti tra Austriaci e Francesi nel 1809, e trasformato in ospedale militare durante la Prima guerra mondiale, nel 1931 il castello venne messo all’asta ed oggi è abitazione privata.

Itinerario

A Mattarello (198 m) si lascia la severa sagoma ottocentesca della chiesa di San Leonardo, menzionata ancora nel 1339, e si sale lungo via Poli fino a località Laste, toponimo riferito alle lunghe rocce affioranti segnate dal passaggio dei ghiacciai würmiani. La strada si fa stretta tra muretti a secco e raggiunge la cappella rinascimentale di Sant’Andrea Bellavista, oggi sconsacrata e appartenente al Maso della Congregazione di Santa Chiara. Un breve tratto a sentiero nel bosco, fiancheggiando il Rio Stolzàn e si è alle case La Val (368 m; ore 0.45), da dove la strada riprende comoda su asfalto attraversando i fertili terrazzi a vigneto. All’incrocio con la S.P. 131, a destra si raggiungono le antiche ville delle Novaline – la barocca Villa Gentilotti-Bertagnolli (oggi Locanda Bel Sorriso B&B, tel. 0461 942212), la cinquecentesca Villa Sardagna (Novaline Hof: cell. 328 5437890), la settecentesca Villa Saracini ora Scotoni – mentre proseguendo sulla strada ai Palazzi, panoramica sulla Valle dell’Adige, si arriva a Ronchi (187 m; ore 1.45). Poco prima un cartello indica Centro Fauna Alpina della sezione trentina della Federazione italiana della caccia, un grande recinto con caprioli, camosci e cervi presso il laghetto delle Cannelle (visite guidate su prenotazione).

Variante

Dalla località Laste deviazione sul sentiero n. 447 per i ruderi dei forti austriaci di Mattarello (Forte Alto e di Mezzo; l’opera Bassa è andata distrutta) eretti dal 1879 al 1900 (ore 0.30); fino al Forte Fornas (ore 1.15; vedi itinerario 8).

Inizio dell'itinerario

Mattarello, piazza A. Perini (parcheggio)

Arrivo dell'itinerario

Mattarello, piazza A. Perini (parcheggio)

Parcheggio

Mattarello, piazza A. Perini (parcheggio)

Trasporto pubblico

da Trento / Piazza Dante autobus n. 8

Arrivo

da Trento sulla S.S. 12 fino a Mattarello (6,5 km)

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Le più belle gite: Trento e dintorni con Calisio, Marzola, Vigolana e Bondone

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage