I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

19 Castellaz

Primiero
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 19 Castellaz

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    5:30 h
  • Distanza
    14.8km
  • Dislivello
    710 m
  • Dislivello
    700 m
  • Altitudine Max
    2296 m
Spostandosi in modo poco appariscente davanti al Cimone della Pala, il corteo delle Dolomiti, la vetta di Castellaz non si nota di solito. La sua altezza in cima sembra troppo insignificante, inoltre la vista dal Passo del Rolle con le pareti rocciose in forte pendenza dà l'impressione di una salita difficile. Nel 2009, una figura di Cristo scolpita in marmo bianco è stata collocata sotto il punto più alto, su una spalla rivolta a ovest. Il marmo è stato estratto nei pressi di Predazzo e qui viene chiamato predazzite. Questa scultura intendeva ispirare riflessioni personali su questa vetta apparentemente inosservata che, con le sue caverne, resti di trincee e di edifici fatiscenti del periodo della prima guerra mondiale, ci ricorda che quasi 100 anni fa nelle vicinanze di questa vetta si svolse una lotta sanguinosa, durante la quale morirono più soldati a causa di influenze naturali come il freddo e la neve che a causa dell'azione diretta del nemico.

Itinerario

Spostandosi in modo poco appariscente davanti al Cimone della Pala, il corteo delle Dolomiti, la vetta di Castellaz non si nota di solito. La sua altezza in cima sembra troppo insignificante, inoltre la vista dal Passo del Rolle con le pareti rocciose in forte pendenza dà l’impressione di una salita difficile. Nel 2009, una figura di Cristo scolpita in marmo bianco è stata collocata sotto il punto più alto, su una spalla rivolta a ovest. Il marmo è stato estratto nei pressi di Predazzo e qui viene chiamato predazzite. Questa scultura intendeva ispirare riflessioni personali su questa vetta apparentemente inosservata che, con le sue caverne, resti di trincee e di edifici fatiscenti del periodo della prima guerra mondiale, ci ricorda che quasi 100 anni fa nelle vicinanze di questa vetta si svolse una lotta sanguinosa, durante la quale morirono più soldati a causa di influenze naturali come il freddo e la neve che a causa dell’azione diretta del nemico. Questo sentiero, ben visibile davanti a noi sul pendio di ghiaia a sinistra delle pareti rocciose, conduce alla figura di Cristo attraverso una terrazza a destra. Da qui si raggiungono solo pochi metri di altezza fino al punto più alto (2333 m) con una piccola croce di legno poco appariscente. Per la discesa si ritorna ai resti di una trincea scorrevole e si segue la salita che traccia sulla destra una fenditura con un’impressionante caverna. Il sentiero si dirige ora chiaramente verso nord e scende lungo un vecchio sentiero militare in parte ben visibile. In piano, il sentiero gira a destra e attraversa il versante orientale di Castellaz. Dove questa traversata conduce di nuovo alla traversata precedentemente abbandonata, un sentiero attraverso prati porta a sinistra verso le montagne del Pala, oltre il quale si raggiunge la Baita Segantini. La discesa dal piccolo rifugio, attraverso un’antica strada militare, conduce in Val Venegia, oltrepassando la Malga Venegiota e poco sotto la Malga Venegia, fino al punto di partenza.

Inizio dell'itinerario

Pian dei Casoni

Arrivo dell'itinerario

Pian dei Casoni

Parcheggio

Parcheggio al Pian dei Casoni all'ingresso della Val Venegia

Trasporto pubblico

Arrivo

Parcheggio al Pian dei Casoni all'imbocco della Val Venegia, circa 2 km dopo l'imbocco della strada del Rollepass per il passo Valles.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Mangiare & Bere

Cultura