I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

16 Lago Casinei 2059 m

Giudicarie
difficile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 16 Lago Casinei 2059 m

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:30 h
  • Distanza
    14.8km
  • Dislivello
    1150 m
  • Dislivello
    1140 m
  • Altitudine Max
    2086 m
Un'escursione solitaria che vi condurrà attraverso prati rigogliosi di fiori e aree carsiche fino al romantico Lago Casinei. Il lago di montagna ha due "pareti": il suo lato occidentale è dominato da ripidi pendii granitici, mentre il lato orientale è incastonato in deliziosi terreni erbosi. Attraverso una fitta foresta, la mappa mostra il segno sbagliato della carreggiata fino alla frazione di Manon, situata in una posizione idilliaca nei prati. Qui conduce a una strada più grande chiusa al traffico pubblico su una salita ripida fino a Malga Nova (non gestita). Un'ulteriore salita conduce alla cruciforme Bocca Frontale. La sella vi invita a fare una pausa. Da qui un sentiero stretto conduce attraverso pini cembri e oltre dei prati ricchi di fiori con gigli di fuoco, alleanza di Turk e gigli paradiso verso l'alto. In cima ad una collina con vistosi blocchi di tonalite si può vedere la baita dei Casinei di Nova. Immediatamente dopo raggiunto il sentiero conduce attraverso una vasta zona marmorea, il ruscello scompare nella Sotterraneo. La grande ma impegnativa grotta di Aladino è disegnata sulla mappa in modo errato. Seguendo il corso del ruscello il lago che si trova in un bacino roccioso e prativo viene raggiunto. Attraverso prati in pendenza puó la sella Colétta di Remà (2282 m) tra detriti e tra le trincee del Monte Remà (2375 m) essere scalata.

Itinerario

Dal parcheggio, attraversare il torrente fino all'azienda agricola Manoncin e prendere la stradina (sentiero 250) in salita a destra nel bosco. Dopo un ampio tornante a sinistra, il sentiero si dirama lungo la carrareccia fino al fine del bosco. Attraverso l'ormai sovrastante sentiero erboso si raggiungono le case di Manon, raggiungibili dopo ½ ora. Per strada forestale si svolta a sinistra fino al torrente Canale di Nova. A questo e ai successivi incroci svoltare sempre a destra e seguire la valle verso Malga Nova, a 1 ora e mezza da Manon. Nei rifugi alpini, un sentiero in leggera salita attraversa un breve tratto della valle fino a raggiungere dei alberi. Da qui in poi il sentiero 250, ora ben visibile, sale fino a Bocca Frontale, dall'alpe ¾ d’ora, dopo pochi metri a sud si arriva ad un bivio. Attenzione! Quello più in basso e più ampio si perde presto. Il sentiero più stretto, che presto sarà ben segnalato, conduce a valle. Alcuni punti del sentiero sono piuttosto spiacevoli a causa di danni da valanga (2009). Dopo ben mezz'ora si raggiunge il rifugio Casinei di Nova. In leggera salita si segue il torrente per circa ½ ora fino al Lago Casinei. La discesa è la stessa fino a Pracul circa 3 ore.

Variante

Intorno al lago su un piccolo prato pianeggiante. Qui, sul sentiero segnalato 250, si sale alla Colétta di Remà. Seguire ora le trincee a sinistra. Senza sentiero per gli unici pendii moderatamente ripidi del promontorio occidentale per la cresta verso il Monte Remà. Dal lago per l’andata e ritorno circa 2 ore.

Inizio dell'itinerario

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio

Parcheggio presso Weiler Pracul

Trasporto pubblico

Arrivo

Da Pieve di Bono in Valle Giudicaria interiore a Daone e in Val Daone proseguire fino al parcheggio sopra la pensione "Vecchia Segheria" in frazione Pracul (933 m).

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire