I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

14 Da Moietto al Rifugio Filzi

Vallagarina-Rovereto
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 14 Da Moietto al Rifugio Filzi

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:30 h
  • Distanza
    9.1km
  • Dislivello
    670 m
  • Dislivello
    670 m
  • Altitudine Max
    1598 m
Il Monte Finonchio è una delle mete preferite dai roveretani, che prima della Grande Guerra avevano già scoperto per le loro vacanze le località di Serrada e Folgaria: la sua sommità coperta da ampi prati e pascoli – il toponimo deriva forse proprio dalla parola fieno – si eleva tra la Valle dell’Adige e le Piccole Dolomiti. Il rifugio sulla sua cima, voluto dalla Sezione Sat di Rovereto e intitolato ai fratelli Fabio e Fausto Filzi caduti durante la Grande Guerra, venne inaugurato nel 1930. Distrutto dal secondo conflitto mondiale e ricostruito nel 1957 nella forma rettangolare con il tetto a volta semicilindrica (recente ristrutturazione) è purtroppo circondato da diverse e imponenti antenne dei ripetitori radio-tv; la panoramica a 360° che si gode da quassù sulla Vallagarina e le sue montagne, e sull’altro versante sull’Altopiano di Folgaria, rimane comunque grandiosa. La cima è raggiunta anche da diverse gare di mountain bike.

Itinerario

Un pieno della borraccia alla «Fontana grande» all’ingresso del paese di Moietto, El Moiet (924 m), frazione di Noriglio che è a sua volta è Circoscrizione n. 7 di Rovereto e si prosegue verso la piccola chiesa della Visitazione di Moietto (Santa Messa la domenica mattina nei mesi di luglio e agosto). Si continua sul sentiero Sat n. 103 per il Rifugio F. Filzi entrando nel bosco. La prima sosta è alla Malga Finonchio (1344 m; ore 1.10), pure raggiunta dal sentiero «F5 Giro della Malga Finonchio» (indicazioni presso la chiesa di Moietto); ci si può arrivare anche in macchina, superando la Colonia S. Maria Goretti. La malga è gestita dal Gruppo Alpini di Noriglio che la tiene aperta la domenica per i pranzi ai soci, ma offre comunque ristoro agli escursionisti, nel buon spirito alpino; presso lo stallone in disuso, è sempre aperto un bivacco. Si prosegue in salita attraversando Prà del Finonchio, distesi sui 1500 metri di quota. Ancora in salita tra i prati sfalciati e le macchie di bosco e si è al Rifugio F. Filzi (1603 m; ore 0.45), affiancato da un bivacco, anch’esso sempre aperto (estate 2013 riapertura a conclusione dei lavori di ristrutturazione). Il rientro avviene per la stessa via (ore 1.30).

Variante

Se si è giunti a Moietto in autobus, si può rientrare prendendo la strada sterrata/sentiero Sat n. 104 (1 ora) frequentata da bikers (chiusa alle automobili in luglio – agosto) che guida a Serrada, una frazione di villeggiatura di Folgaria in passato frequentata tra gli altri da Fortunato Depero e dallo psicanalista Cesare Musatti; qui autobus extraurbano n. 315 per Rovereto.

Inizio dell'itinerario

chiesa di Moietto

Arrivo dell'itinerario

chiesa di Moietto

Specificazione

Serrada di Folgaria: «Carnevale futurista» e «Serrada futurista» in estate con costumi ispirati all’artista Fortunato Depero

Parcheggio

parcheggio in fondo al paese

Trasporto pubblico

da Rovereto corso Rosmini autobus urbano n. 7

Arrivo

da Rovereto sulla S.S. 46 quindi bivio per S.P. 2 per Moietto (18,5 km)

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Le più belle gite: Rovereto e dintorni con Gresta, Brentonico, Pasubio e Folgaria

Tab per le foto e le valutazioni

Shopping

Alla Homepage