I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Da Ciampedìe al rifugio Vaiolet

Val di Fassa
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Da Ciampedìe al rifugio Vaiolet

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:00 h
  • Distanza
    4.8km
  • Dislivello
    430 m
  • Dislivello
    170 m
  • Altitudine Max
    2233 m
Èun’escursione con le racchette da neve molto emozionante nel fascino indimenticabile delle Dolomiti invernali.

Itinerario

Con lo skibus si parte da Tires-Tiers per Vigo di Fassa, dove si sale in funivia al pianoro di Ciampedìe (1997 m). Si scende quindi in seggiovia o a piedi nella Valle del Vaiolet per raggiungere il punto di partenza di questa escursione invernale. Attraversata la pista da sci alla stazione a valle della seggiovia, si prosegue su di un largo sentiero, solitamente battuto, in lieve salita fino al rifugio Gardeccia (1960 m) e di lì al rifugio Vaiolet (2243 m), che si raggiunge in ore 1 1⁄2 di cammino. Lassù ci troviamo direttamente sotto le Torri di Vaiolet: la Winkler, la Stabeler e la Delago. Guardando a nord, si vedrà il Catinaccio d’Antermoia, che con i suoi 3002 m è la cima più alta del Gruppo del Catinaccio. Di fronte alle Torri del Vaiolet ci sovrastano a destra le cime Scalieret.
Il ritorno avverrà lungo il medesimo percorso dell’andata fino a Vigo di Fassa. Da lì potremo tornare con lo skibus a Tires.

Inizio dell'itinerario

Ciampedie

Arrivo dell'itinerario

Ciampedie

Parcheggio

Vigo di Fassa, Ciampedie alla stazione della funivia

Trasporto pubblico

Servizio pubblico da Bolzano per Vigo di Fassa.

Arrivo

Dalla Val d´Ega - Eggental attraverso Costalunga - Karerpass fino a Vigo di Fassa.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Le più belle gite nel Catinaccio Dall’Alpe di Siusi per Tires al Latemar

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

  • Dummy Avatar

    daniela dellantonio

    escursione da fare sia in estate che in inverno

Dove dormire

Natura

Cultura