I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Santuario di Santa Maria di Pellizzano

Val di Non
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Santuario di Santa Maria di Pellizzano

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    8:30 h
  • Distanza
    27.7km
  • Dislivello
    450 m
  • Dislivello
    250 m
  • Altitudine Max
    928 m
Quando volano le statue

Itinerario

Prima tappa (5.30 ore):


Da Livo, raggiunto con mezzo pubblico (partenza dall’autostazione di Cles ad ore 10, arrivo 10.20), dopo aver visitato la medioevale chiesa di S. Martino e il vicino Palazzo della Rosa – costruzione curiosa: ha quattro piani e ad ognuno corrispondono finestre di stile diverso –, ci si incammina per stradina asfaltata che ricalca l’antica via, verso Cis, sfiorando le rovine di Castel Zoccolo o Zockel. Transitando per i vecchi molini si arriva a Cis (m 732), accolti dallo svettante campanile della chiesa gotico-rinascimentale di S. Giorgio, eretta su di un colle. Consigliamo di visitare l’antico nucleo per l’interessante architettura rustica e le diverse case affrescate. Da Cis si seguono le indicazioni Sentiero Jacopeo o il logo della cappasanta di colore giallo fino a Terzolas, alternando sentieri boscosi con stradine interpoderali, percorso che ci fa ammirare la bassa val di Sole dall’alto. Si transita per la suggestiva frazione di San Giacomo, l’antica Solasna, con l’omonima chiesa gotica. Si prosegue per Samoclevo e poi per Terzolas, con la medioevale casa murata entro la quale si poteva ottenere l’immunità dai reati. Quindi si abbandonano le rassicuranti cappesante e si cammina diritti lungo la strada asfaltata in direzione Malè. A Pondasio si scende al ponte in pietra sottostante calpestando così la vecchia via romana: a poche decine di metri la fucina Marinelli, uno dei pochi esempi di fucina idraulica ancora funzionante rimasti intatti nell’arco alpino e visitabile. Si sale a Malè e quindi, alla fine del paese, si svolta a sinistra seguendo le indicazioni della pista ciclabile fino a Dimaro (m 767), seguendo il torrente Noce, accompagnati da salici giganti e inseguiti dai giocosi merli acquaioli.

 

Seconda tappa (2.30-3 ore):

Da Dimaro si segue la pista ciclabile fino a Pellizzano, osservando i paesi solandri dalla parte dell’acqua. Per il ritorno utilizzare mezzi pubblici che ci conducono alla stazione dei treni di Malè, dove troveremo la coincidenza per
Cles.

Inizio dell'itinerario

Livo

Arrivo dell'itinerario

Pellizzano

Specificazione

Vedi anche seconda tappa

Parcheggio

Trasporto pubblico

Arrivo

Pellizzano, Pliciàn in ladino solandro, è raggiungibile con strada provinciale sia risalendo la val di Non per poi immettersi nella val di Sole, sia dalla val Camonica attraverso il Passo Tonale.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Trekking dello spirito in Trentino. Camminare nelle valli trentine e nei dintorni

Tab per le foto e le valutazioni