I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Cortaccia s.s.d.v.

Montagne di vino

Teatrale, soleggiato e ripido, il paese del vino di Cortaccia è situato poco sopra il fondovalle dell’Adige, sul lato destro della Bassa Atesina.

Il paese di Cortaccia nella Bassa Atesina fu menzionato per la prima volta in un documento del 1191. Pare che San Vigilio abbia convertito gli abitanti della zona alla fede cristiana nel quarto secolo d.C., ed è per questa ragione che egli è il patrono della chiesa di pellegrinaggio di origine romanica di San Vigilio. Cortaccia è in primo luogo un paese del vino. Da decenni nel fondovalle esistono anche piantagioni di mele, ma il comune di Cortaccia deve la sua fama ai vini rinomati a livello internazionale.  

Il comune di Cortaccia comprende, oltre al centro, anche le frazioni di Niclara, Corona, Hofstatt, Favogna di Sopra e Penone. Niclara si trova a sud di Cortaccia a 270 m s.l.m. e in passato fu la sede giudiziaria del comune. Penone si estende su un terreno dai 500 ai 650 m s.l.m. ed è un paesino idilliaco tra vigneti e boschetti. 

La seconda frazione di Cortaccia per altitudine è Corona a 800 m s.l.m. in una splendida posizione terrazzata al di sopra della Val d’Adige ed offre una bellissima vista su tutta la Bassa Atesina. Favogna di Sopra a 1200 m s.l.m. si apre su tutte le altre frazioni di Cortaccia ed è nota particolarmente per la via romana che la percorre, la „Via Claudia Augusta", e per i suoi alberi giganti. Scavi risalenti all’era del rame hanno contribuito a fornire a questa zona una certa popolarità, interessante soprattutto per gli escursionisti amanti della natura e della storia.

Anche per gli arrampicatori la posizione soleggiata del paese del vino di Cortaccia offre delle sfide rocciose. Negli immediati dintorni di Cortaccia si trova la palestra di roccia   "Marderplatten". Un punto molto soleggiato, ideale per dedicarsi all’arrampicata nei giorni più freschi, in primavera e addirittura anche in qualche mite giornata invernale. A Corona si trova la "Hintersegg", un’altra palestra di roccia, che attende i suoi visitatori con dei percorsi relativamente semplici.

Un personaggio degno di nota di questo comune è Joseph Vigil Schweiggl. Fu l’oste della locnada “Schwarzadler” e comandante degli Schützen.  Tra gli anni 1796 e 1813 partecipò alle cinque guerre napoleoniche e fu comandante in capo di migliaia di tirolesi settentrionali e meridionali che difesero il loro territorio.

Alla Homepage