I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Chiesa Valdaora di Sotto

Valdaora
Aggiungi alla lista dei preferiti

Chiesa Valdaora di Sotto

Valdaora

Per ulteriori informazioni sulla privacy su sentres cliccare qui

Grazie per la richiesta

Ci sono ulteriori alloggi nelle vicinanze che potrebbero interessarti. Desideri inviare comodamente con un clic una richiesta non impegnativa agli alloggi elencati in seguito?

  • La chiesa delle Orsoline a Brunico.
    Chiese & conventi

    Chiesa delle Orsoline

    Brunico
  • La chiesa di Sesto.
    Chiese & conventi

    Chiesa Sesto

    Sesto
  • La navata centrale pietosa della chiesa.
    Chiese & conventi

    Chiesa di Falzes

    Falzes
  • La chiesa di Gais.
    Chiese & conventi

    Chiesa di Gais

    Gais
  • La chiesa nel centro di Anterselva di Mezzo.
    Chiese & conventi

    Chiesa Anterselva di Mezzo

    Rasun Anterselva
  • La chiesa di Chienes   la navata centrale.
    Chiese & conventi

    Chiesa di Chiens

    Chienes
No grazie

Informationen zu Chiesa Valdaora di Sotto

Ex chiesa madre di un vasto bacino di fedeli è una delle parrochhie originarie della Val Pusteria e in quanto tale, luogo di sepoltura dei parroci di Valdaora e dei giudici e amministratori di Rasun. Nell'ampliamento barocco del 1709/12 resti di una precedente costruzione romanico-gotica, il possente campanile eretto secondo i documenti tra il 1464 e il 1477 dal mastro Jörg. All'interno "opera totale" barocca, con luminosa navata a tre campate e presbiterio rettangolare appena rientrato. Alla dotazione barocca appartengono gli altari, il pulpito, gli stalli del coro, il fonte battesimale e la porta della chiesa, in gran parte, opere dello scultore brissinese Michael Rasner. La decorazione venne eseguita da Nikolaus Pedevilla di Brunico. La pala d'altare con in patroni della chiesa e intercessori di Valdaora presso la Madonna è di Mathias Gasser. Sui riquadri del soffitto, raffigrazione dei frutti del sacrificio della croce e del martirio dei patroni della chiesa (Johann Matthias Pescoller, 1922). La Pietà gotica, davanti all'altare laterale sinistro, è di origine prebarocca e deriva dalla vicina cappella cimiteriale. Valore di rarità ha anche l'affresco con la Madonna incinta sulla facciata ovest della navata (Giovanni di Brunico, inizi del XV secolo).

Fonte: cartella d'indicazione all'esterno della chiesa.

Chiesa parrocchiale dei SS. Petro e Agnese.

Escursionismo